Salute e libertà si conquistano ogni giorno

Il blog di Andrea Conti

Emorragia mestruale, effetto dell’intossicazione dell’organismo

Un’osservazione più attenta della natura stimola nuove riflessioni
Dopo diversi approfondimenti, analisi di donne fruttariane in perfetta salute e osservazioni della natura, possiamo constatare che il ciclo ovulatorio è un fenomeno fisiologico naturale, da non confondere con l’emorragia mestruale.
Al contrario l’emorragia mestruale che accompagna il ciclo ovulatorio è un fenomeno innaturale e indice di uno stato di tossiemia.
E’ veramente normale che l’ovulo non fertilizzato sia eliminato dall’utero tramite emorragia delle arteriole uterine (50-80 ml)?
A ben vedere escludendo le donne con problematiche ormonali, anoressiche, o in menopausa, l’emorragia mestruale non è la causa, bensì una fastidiosa risposta del corpo all’intossicazione dell’organismo.
Dovete sapere infatti che solo la femmina della specie umana presenta una abnorme perdita di sangue (mestruo) che raggiunge il quantitativo di 50-80 ml: in natura nessun mammifero ha un’emorragia durante il ciclo ovulatorio.

Emorragia mestruale, disperato tentativo di espulsione tossiemica
images (4)L’emorragia mestruale corrisponde al disperato tentativo dell’organismo di liberarsi dalle tossine accumulate durante il mese. Grazie a questo drastico intervento di pulizia del corpo, la donna può così mantenersi temporaneamente fertile e in salute pur di difendere la sopravvivenza della propria specie.

Ma se non forniamo più tossine all’organismo della donna è chiara conseguenza che non ci sarà più bisogno di una pulizia mensile attraverso perdite di sangue fastidiose, accompagnate da dolori, gonfiori e stanchezza.
Nel caso di una donna attenta all’alimentazione (tendente ad un’alta percentuale di frutta e verdura) e con una costante attività fisica, bisogna fare attenzione a non confondere l’assenza di mestruo dovuta alla profonda pulizia del corpo con la perdita di ciclo: ciclo ovarico e emorragia mestruale sono due cose ben diverse.

Tra tutte le specie animali solo la donna presenta emorragia mestruale e dolori correlati
Gli animali selvatici non hanno emorragia durante il ciclo, ma sono soggetti al periodo stagionale degli accoppiamenti, una o due volte l’anno (estro).
Solo nel caso in cui la femmina di altre specie animali  si nutre di cibo non adatto alla propria specie, può presentare rare gocce di sangue, sempre come conseguenza tossiemica.
In ogni caso, anche quando ci si allontana dal cibo ‘elettivo’ nessuna specie animale arriva ad avere la copiosa emorragia che presenta ESCLUSIVAMENTE la femmina della specie umana.

‘Calore silente’ questo sconosciuto!
Tutti gli animali in natura sono predisposti per sperimentare il “calore silente”: in pratica l’animale va in calore, il suo ciclo è regolare, è in perfetta salute ma non ha né emorragie né manifestazioni esterne.
Questo avvenimento è relativo agli animali che si nutrono esclusivamente del cibo adatto alla propria specie (frutta per fruttivori, erba per erbivori, semi per semivori, carne per carnivori, ecc).
Questo dato conferma ulteriormente che la donna fruttariana può vivere un ciclo silente come tutte le altre specie animali che si nutrono del proprio cibo elettivo.

I più esperti medici naturopati e scienziati confermano quanto detto:

“Non ci si può ammalare solo in una parte del corpo. In realtà è l’intero corpo ad ammalarsi.
Ogni donna dovrebbe fare di tutto per eliminare le condizioni morbose chiamate mestruazioni”

Cosa ha scritto Arnold Ehret:

“I grassi di ogni genere, compreso il burro ordinario, sono innaturali e quindi non dovrebbero essere consumati” (pag.99 Il sistema di guarigione della dieta senza muco). 

“Se il corpo femminile viene perfettamente pulito con questa dieta, il ciclo mestruale scompare. (….) Ognuna delle mie pazienti ha riportato che le sue mestruazioni diminuivano sempre di più con intervalli di due, tre e quattro mesi ed infine svanivano completamente, e quest’ultima condizione veniva sperimentata da chi aveva fatto un perfetto processo di eliminazione con questa dieta. Le emicranie, i mal di denti, il vomito e tutti gli altri cosiddetti “disturbi della gravidanza” svaniscono. I parti indolori, con latte abbondante e molto dolce, e bambini che non piangono mai, bambini che sono puliti in modo differente dagli altri, sono fatti meravigliosi che ho appreso da una donna che è diventata madre dopo aver vissuto con questa dieta.” (pag.149 Il sistema di guarigione della dieta senza muco).

Ludovici scrive che le mestruazioni derivano in larga misura dalle diete super–proteiche a base di carne, propagandate dalla civiltà moderna, che, come Charles Watson ha dimostrato, tendono a causare uno stato infiammatorio della mucosa uterina. …..

Perciò una dieta tendente fruttariana/crudista riduce la quantità di tossine, l’infiammazione mestruale ed anche la pressione sanguigna, favorendo così la diminuzione e l’eliminazione della risultante emorragia uterina.

Cosa ha scritto il dottor Herbert Shelton, igienista alimentare:

“Non è difficile collegare l’emicrania alla funzione mestruale, alla congestione pelvica e ad altre condizioni anormali degli organi riproduttivi” (pag.206 Il digiuno può salvarti la vita)

“La malattia esiste solo quando è necessaria e dura finchè ce n’è bisogno.” Shelton 

Molti credono di dover mangiare carne per avere ferro a sufficienza. [...] Contrariamente alle insinuazioni dell’industria bovina, però, i vegetariani non sono soggetti a carenza di ferro più di chi mangia carne. (pag.199 John Robbins Sani fino a 100 anni).

Cosa dichiara il dottor George Starr White, autore di “The emancipation of women”

Le mestruazioni sono patologiche e innaturali. “Niente più della dieta influenza il flusso mensile di una donna. A volte, colei che ha un flusso molto abbondante può curarsi completamente riducendo la dieta e vivendo di cibi crudi. Spesso, quando passa dal cibo cotto a quello crudo, i cicli di tale donna saltano uno o due mesi, ma non deve per questo preoccuparsene.”

Dal libro di Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald 

“La deduzione dei medici e dei ginecologi che si sono onestamente chiesti quale fosse la causa originaria delle mestruazioni, anzichè accettare supinamente l’attuale punto di vista medico e di diffonderlo, conclude che le mestruazioni sono ereditarie (intere generazioni di abitudini sbagliate hanno prodotto donne sempre più deboli, rendendo sempre più difficile risolvere questa condizione). Le mestruazioni nascono specialmente come una condizione tossica del sangue e della conseguente irritazione catarrale cronica della mucosa uterina, che diventa periodicamente emorragica a causa della debolezza cronica dei capillari. Questi ultimi sono incapaci di contenere la pressione sanguigna nell’utero, dopo che il concepimento non si è instaurato” (Man, an indictment, Ludovici)

Il dottor SchroyerNadine Forrest Mac Donald è del parere che…

“Le mestruazioni, al pari della leucorrea, sono una condizione di malattia anziché di normalità, come comunemente si intende; e che pertanto vanno sottoposte a regime ed a rettifica dietetici.” Afferma che: “Quando si permette alle mestruazioni di continuare indisturbate, si favorisce dopo una certa età, lo sviluppo di proliferazioni patologiche nell’utero. Per questa ragione, giunte per lo più ai 35 anni di età, il 20% delle donne è affetto da miomi uterini (tumore del tessuto muscolare)[...]”. 

Dopo la menopausa l’infiammazione passa dallo stato emorragico a quello atrofico (stato che comporta la diminuzione del volume dell’affezione tumorale per insufficienza di nutrimento); e questa è l’età in cui il cancro all’utero è molto diffuso. [...] Afferma: “Ho visto masse cancerose decrescere fino a metà in base solo ad una dieta fatta di frutta e verdura”

Si conoscono numerosi casi di donne che hanno partorito parecchi figli senza per questo aver mai avuto mestruazioni.

“Personalmente conosco una madre di cinque bambini che non ha mai avuto mestruazioni.

Mentre un altra, soggetta a mestruo da adolescente, sposò un uomo che aveva cambiato il suo regime di vita in un altro di autentico stile naturale. La donna condivise con lui il suo stile salutista, divenne anch’ella un perfetto esempio di salute vivente e cessò pertanto di mestruare. In seguito ebbe tre figli, tutti partoriti in assetto naturale e senza dolori, e non ebbe più mestruazioni. Nessuna funzione corporea dovrebbe essere accompagnata da emorragia. La perdita di sangue è sempre un fatto anormale.
(Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald)


Per saperne di piu’:
http://www.disinformazione.it/mestruazioni.htm
Specie Umana - Progetto3M

About these ads

191 commenti su “Emorragia mestruale, effetto dell’intossicazione dell’organismo

  1. lindaparente
    15 gennaio 2012

    interessantissimo. complimenti

    • Caterina
      6 maggio 2013

      cioe’ la tesi di Andrea è che in sintesi l’uomo, cioe’ la donna è un animale fruttivoro esclusivamente e non onnivoro? ma, scusa ai bambini appena nati cosa si da’ il succo di frutta o il latte? ma vi rendete conto della ‘fantasia ‘ delle vostre affermazioni?

      • contiandrea
        6 maggio 2013

        Caterina leggi questo articolo… è abbastanza chiaro e credo che ti chiarisca alcuni punti oscuri http://contiandrea.wordpress.com/2012/11/18/la-mela-ritorno-alleden-parte-i/ :)
        “Conoscere per deliberare”
        -Luigi Einaudi-

      • Alessandra
        5 giugno 2013

        Il latte serve appunto ai lattanti.Dopo un po non se ne produce piu.Se fosse una cosa normale alimentarsi col latte, le donne produrrebbero latte per tutta la vita..grazie a Dio non e’ cosi..inoltre dopo una certa eta il nostro organismo non assimila nemmeno piu il latte, ma anzi, in gran parte ne diventiamo intolleranti..la mucosadell’intestini cambia, per adattarsi ad altri tipi di cibo, avviene in tutti gli animali…hai visto mucche cavalli etc che continuano ad alimentarsi di latte dopo lo,svezzamento?no, se lo fanno e’ perche glielo da l’uomo…anche la nostra anatomia e’ contraria alla teoria dell’essere carnivori…

      • katia
        12 luglio 2013

        ai bambini appena nati, che io sappia e fino a prova contraria, si da’ il latte materno, come a tutti i mammiferi, anche quelli selvaggi. Comunque l’articolo parla di una dieta prevalentemente fruttivora, e non esclusivamente. Inoltre c’è da considerare che gli animali carnivori presentano elementi fisici diversi da quelli umani (canini aguzzi e pronunciati, intestino corto in proporzione alla massa corporea) insomma…..forse non pensare che l’industria alimentare spinge i consumi verso alcuni cibi è pura fantasia!!!

      • giovanna
        8 agosto 2013

        Ahahha! Cosa gli si dà è del tutto ininfluente. Decidiamo noi e anzi il sistema ospedaliero e medico cosa dare al bambino, al quale si dovrebbe dare soltanto latte materno e finito quello tutto il resto che può essere pure frutta o verdura o legumi o carne. Che domanda è scusa????

      • fabrizio
        8 agosto 2013

        certo….latte materno, non latte di mucca.
        non mi sembra che le mucche bevano latte umano!

      • giusy
        23 gennaio 2014

        certo che però questa domanda è proprio stupida eh! un mammifero come siamo noi umani e come lo sono tanti altri animali, allatta il piccolo con il proprio latte non con quello di altre specie, e lo allatta fino a che ne ha, poi un animale umano e non adulto non ha bisogno del latte… e quindi è dannoso e non ha senso berne… infondo ci sarà un motivo se siamo gli unici mammiferi a farlo… e la risposta non è per intelligenza purtroppo!

  2. Aldo Bassi
    16 gennaio 2012

    Caro Andrea,
    bellissima la frase..”l’insulto ricevuto da cibi inadatti alla razza umana.” e proprio così…e nella maggior parte dei casi non se ne ha nemmeno la consapevolezza.
    Proprio qualche giorno fa stavo leggendo nel China Study del Dott. Campbell la statistica dell’inizio delle mestruzazioni delle ragazze cinesi e di quelle americane. Bene, le ragazze cinesi rispetto a quelle diciamo “occidentalizzate” hanno il primo mestruo molto più avanti di età, mi pare di ricordare intorno ai 17-18 anni contro 11-12 anni delle altre. Questo dovuto (e verificato con centinaia di associazioni statistiche e migliaia di persone) esclusivamente al tipo di alimentazione che per le cinesi è più povero di proteine e comunque quasi esclusivamente costituito da proteine di origine vegetale e non animale, inoltre è più ricco di vitamine e di carboidrati di origine vegetale e non conosce quasi i prodotti caseari (dieta molto simile a quella ehretista!!). Tutto torna perfettamente con le altre ricerche da te esposte. E’ incredibile come la gente non si renda conto di certi risultati evidenti in maniera impressionante.

    • contiandrea
      16 gennaio 2012

      Esatto Aldo.
      Viste alcune incompensioni nate tra i miei lettori tengo a precisare nuovamente che perdere il mestruo non vuol dire perdere il ciclo, dato che le donne fruttariane o crudiste rimangono comunque fertili e in ottima salute pur non avendo perdita di sangue.
      Un abbraccio.

      • Annamaria Alonzo
        18 gennaio 2012

        sembra incredibile, io mi sono disperata quando sono andata in menopausa, perchè non mi sentivo piu donna, avevo quelle odiose vampate, Ora sono passati 6 anni dall’ultima mestruazione , ed ho avuto un bambino bellissimo all’età di 51 anni. Comunque ora sto bene, faccio attività fisica tutti i giorni non mangio piu carne; sono diventata vegetariana. Però il fatto delle mestruazioni mi manca tanto sarà ‘l’abitudine il modo di pensare, io non posso ancora crederci; perchè quando avevo le mestruazioni, io mi sentivo bene come se mi fossi tolta un peso, ma non so che dire; sono sorpresa.

  3. varanasygirl
    16 gennaio 2012

    Tempo fa mi era capitato di leggere la stessa cosa e ne ero rimasta sorpresa, per ignoranza, perché le mestruazioni sono considerate inevitabili e segno di salute per una donna, tant’è che una delle prime domande che i medici pongono riguarda proprio la loro regolarità.
    Grazie per le spiegazioni, comincerò a riflettere più seriamente sul mio regime alimentare.

  4. Cristina
    16 gennaio 2012

    Mi ha colpito questo articolo…sto cambiando la mia alimentazione e grazie a mio figlio che e’ vegano comincio a vedere gli effetti positivi del mangiare sano…ma questo non lo sapevo proprio…

  5. Germanus
    16 gennaio 2012

    Confermo, ho conosciuto due donne che durante alimentazione fruttariana hanno avuto mestruazioni leggerissime e senza dolori. Altre info su alimentazione sana e mestruazioni qui: http://valdovaccaro.blogspot.com/2010/03/mai-nessuno-ai-lavori-forzati.html

  6. Giulia Cavalieri
    17 gennaio 2012

    Tutto verissimo!
    Da quando seguo l’alimentazione igienista non ho più avuto mestruazioni dolorose, lunghe e neanche la sindrome premestruale che mi faceva stare parecchio male. Ora le ho brevissime e neppure mi accorgo: faccio sport anche il primo giorno, nuoto e corro.
    Spero che smetteranno anche di venire prima o poi, quando sarò completamente disintossicata dai cibi del passato.

  7. Maddalena
    17 gennaio 2012

    io sono 98% fruttariana da + di un anno.. ho fatto tutto settembre, ottobre e metà novembre a soli succhi, ad agosto ho avuto l’ultimo ciclo. Sono felicemente senza mestruo :) ho perso 20 kg di schifezze in un anno, sono rinata :) sono quasi 1.60 x 43 kg ora e la mia forza è raddoppiata.. per forza.. con 20 kg in meno.. sono resistente e quando ogni tanto sgarro con qualcosa di cotto (rarissimamemente e sempre cose vegetali scondite) il mio corpo si mette in moto subito per eliminare le sporcizie avendo come base un organismo pulito su cui lavorare :) GRAZIE FRUTTA <3

    • Meryangel74
      6 maggio 2013

      Senza voler mancare di rispetto a nessuno…io che leggo e mi informo, ma conservo un’alimentazione tradizionale…ma mi pare che un peso del genere sfiori l’anoressia più che la salute. Non sarà che queste alimentazioni “esclusive” supportano certi disturbi alimentari? E lo chiedo proprio per avere altri pareri.

      • contiandrea
        6 maggio 2013

        Direi che come tutte le alimentazioni se non si intraprende un percorso graduale e scientifico ci si può allontanare dal peso forma… ho conosciuto molti fruttariani sconsiderati che praticavano un fruttarismo privo di basi scientifiche… ecco perchè ritengo importante parlare di fruttarismo SOSTENIBILE.
        Attraverso questo blog sto cercando di coinvolgere tutti coloro che hanno interesse nel comprendere, condividere esperienze, suggerire migliorie per un sano percorso fruttariano.
        Il testo scientifico che consiglio chiunque fosse a digiuno di fruttarismo sostenibile è il pdf “Specie Umana – Progetto3M”
        Cerca su Google
        Andrea

    • Roberto Perinelli
      3 aprile 2014

      mai pensato che un calo di peso di questo genere possa aver invece alterato il meccanismo ormonale ? no eh !? Ok continuiamo a credere che il suo sia benessere …

      • contiandrea
        4 aprile 2014

        No caro Roberto Perinelli. Ho già specificato nell’articolo che escludo i casi di anoressia, bulimia, problematiche ormonali.
        Sto parlando di donne sane fruttariane fertilissime e con valori a norma, che ho conosciuto di persona o di cui si legge in vari testi sul fruttarismo, di cui hanno parlato scienziati e ricercatori citati al termine dell’articolo.
        Tu poi mi parli di veganismo, che denota la tua non comprensione della tematica trattata in questo blog.
        Ti consiglio di leggere almeno un centinaio degli articoli che ho scritto per avere una vaga idea della tematica legata alla nostra fisiologia.
        Buon approfondimento! :)
        A presto

  8. Alfonso
    17 gennaio 2012

    finalmente si inizia a diffondere l’informazione delle mestruazioni associate ale tossine che insieme a tante altre informazioni sono ritenute tabù dalla medicina ufficiale, e quindi: grazie Andrea!

  9. Nadine
    17 gennaio 2012

    io ho 30 anni, ero vegana da 15 anni e sono ehretista da 2 anni, ho avuto una bruttissima malattia al sistema muscolare che nel quotidiano mi causava oltre a forti dolori appunto ai muscoli una serie di disturbi agli organi interni, assenza di sonno e stanchezza cronica, questo per più di 10 anni, ovviamente soffrivo anche di cicli mestruali molto dolorosi (dismennorea) da finire ogni tre x due all’ospedale su una sedia a rotelle..purtroppo nonostante fossi vegana introducevo troppi carboidrati e dolci e questo faceva si che peggiorasse i miei problemi di salute.
    Da quando sono ehretista/fruttariana sono rinata pure io e nel giro di pochissimo tempo ho avuto notevoli miglioramenti al mio fisico, non avevo più i dolori muscolari che avevo invece prima, finalmente riuscivo a dormire, la stanchezza cronica è sparita nel giro di pochissimo e ho ritrovato nell’immediato grandi forze che erano sparite da molto, troppo tempo… ripeto sono completamente RINATA seguendo questa dieta e facendo spesso DIGIUNI, anche il ciclo fortunatamente non è più doloroso come prima, non mi devo più imbottire di antinffiamatori e antidolorifici, il flusso mestruale pian pianino sta diminuendo sempre di più e son convinta che nel giro di pochi mesi sparirà…non sono mai stata cosi felice come in questi ultimi 2 anni…e il tutto perchè ho cambiato semplicemente la mia ALIMENTAZIONE E IL MIO STILE DI VITA! A saperlo prima avrei risparmiato anni e anni di sofferenze per non parlare dei 3 interventi chirurgici che ho dovuto subire ovviamente senza nessun beneficio e spendendo inutilmente tanti ma tanti soldi!!
    MANGIARE SANO PUO’ SEMBRARE UNA “GROSSA” RINUNCIA ALL’INIZIO MA SE SI PENSA AI BENEFICI CHE RICEVE IL NOSTRO CORPO E LA NOSTRA MENTE NEL GIRO DI POCO, BEH QUESTI “SACRIFICI” SE COSI LI POSSIAMO CHIAMARE, IN REALTA’ NON SONO ALTRO CHE GIOIA E AMORE PER NOI STESSI E DI CONSEGUENZA PER CHI CI CIRCONDA E TRA L’ALTRO SPENDENDO POCHISSIMO! CAMBIA DAVVERO TUTTO, E DECISAMENTE IN MEGLIO! BISOGNA SOLO VOLERLO E FARE UNA SCELTA…SI TRATTA SOLO DI QUESTO: AMARSI O NON AMARSI:
    BEH IO DOPO ANNI DI SOFFERENZE HO SCELTO DI AMARMI! ;)

  10. Michela
    17 gennaio 2012

    Che una maggiore attenzione alla propria dieta possa apportare miglioramenti al ciclo ovarico e uterino di una donna, così come a molti aspetti della sua vita, è sicuramente indubbio. Altra cosa è affermare che le mestruazioni siano una condizione patologica. Il flusso mestruale corrisponde all’espulsione dello strato funzionale dell’endometrio ed è un sintomo totalmente fisiologico della fertilità femminile. Anche la menopausa è un avvenimento del tutto fisiologico, che corrisponde al termine della funzionalità ovarica e non certo ad un accumulo di muco (??!!). Senza voler scatenare polemiche trovo che questo articolo cerchi di far passare credenze senza fondamento per informazioni scientifiche, anche citando fonti obsolete che di scientifico hanno ben poco. Promuovere diete vegetariane e vegane è un conto, stravolgere la fisiologia umana un altro.

    • contiandrea
      17 gennaio 2012

      Qui non si è parlato di dieta vegetariana o vegana… qui si è parlato di relazione stretta tra pulizia del corpo e assenza di sintomi dolorosi, gonfiori, flusso mestruale ingente.
      Comunque pur non condividendo la tua visione rispetto il tuo punto di vista Michela.
      E’ una fortuna in questo luogo ognuno si possa fare la sua idea e si possano esprimere opinioni in modo sereno senza far confusione.
      Un abbraccio

      • Marco Claudio
        19 gennaio 2012

        “Qui non si è parlato di dieta vegetariana o vegana… qui si è parlato di relazione stretta tra pulizia del corpo e assenza di sintomi dolorosi, gonfiori, flusso mestruale ingente”…. Conti Andrea, non fare il furbetto: qui si è parlato di ELIMINAZIONE delle mestruazioni ATTRAVERSO una dieta… e quindi non hai risposto a Michela… appellandoti al “punto di vista” e all’espressione di opinioni “in modo sereno”, come fanno quelli che neppure loro credono alle proprie argomentazioni.
        Quando poi, più avanti, rispondendo a chi ti chiedeva “e allora un uomo come espelle le tossine?”, beh… il rimando a “certi canali demineralizzanti” appare sinceramente degno di un velo pietoso, rivelatore d’una scarsissima conoscenza dei veri meccanismi fisiologici umani. Con grande serenità, studiare un po’ di più e divulgare bla-bla un po’ meno penso ti sarebbe utile, o quantomeno non dannoso. Buona continuazione.

    • Giorgio Curreli
      18 gennaio 2012

      Scusa Michela, oltre al fatto che sia universalmente considerato “normale” avere le mestruazioni, come spieghi che la dieta fruttariana fa sì che tante donne non abbiano più le mestruazioni pur rimanendo fertili?
      E’ considerato malato un fisico che non soffre?
      Penso che un fisico che non soffre e rimane efficiente a lungo sia da considerare sano.

      • Meryangel74
        6 maggio 2013

        Sono piuttosto d’accordo con Michela. Qui c’è gente che parla con entusiasmo del proprio rapporto peso-altezza che è praticamente da anoressia. L’assenza di mestruazioni è tipica dei disturbi alimentari, non per niente. (E non sarà che queste alimentazioni “esclusive” rischiano di supportare certi disturbi alimentari in persone più fragili?) E poi sentir parlare del valore o non-valore delle mestruazioni…da tutti sti uomini!!!!!!!!!!! E dai.

      • contiandrea
        6 maggio 2013

        Conosco molte piu’ persone di peso modesto con energia da vendere che persone di peso rilevante con la stessa resistenza, forza, vitalità, salute sprizzante.
        Per carità… poi ognuno ha i suoi punti di riferimento.
        Massima tolleranza… dopotutto la tua visione è abbastanza diffusa. :)

  11. Giovanna
    17 gennaio 2012

    Io sono fruttariana da un anno,e il mio ciclo andò via il secondo mese del mio nuovo modus vivendi,è stata una manna dal cielo per me…niente più dolori di nessun tipo,nessun condizionamento sociale indotto da esso,potevo andare in palestra al mare e fare tutto quello che volevo ,anche in quei giorni,non pensavo che un giorno sarei arrivata a liberarmi di una cosa così fastidiosa…la migliore scelta della mia vita….non tornerei per nulla al mondo indietro…Buon cammino a tutti <3

  12. libellula
    17 gennaio 2012

    Non sono daccordo, sicuramente gonfiore e dolori sono causati dall’intossicazione alimentare…ma io ho il ciclo regolare e non ho mai avuto nessun dolore…ho una dieta povera di tossine ma non fruttariana!
    Comunque grazie per offrirci il tuo punto di vista.

  13. contiandrea
    18 gennaio 2012

    Per maggiori informazioni sul perchè il ciclo ovarico può esser mantenuto senza perdite di sangue (mestruazioni): http://www.disinformazione.it/mestruazioni.htm

  14. Manu
    18 gennaio 2012

    Che sia vera o meno questa informazione sul ciclo mestruale, vorrei che voi rifletteste sul fatto che molte volte abbiamo degli schemi duri a morire che non metteremmo mai in discussione. sono blocchi per la nostra evoluzione, l’elasticità mentale.
    Inoltre le cose van viste su pù livelli, chi ci dice che lo stomaco serva solo per digerire cibo? e i respirariani? e chi ci dice che i genitali servano solo alla riproduzione della specie? e la risalita della kundalini? domandiamoci, mettiamo in dubbio quel che mai nessuno metterebbe in dubbio. Che senso ha credere e accettare tutto, dare le cose per scontate, non fare la diretta esperienza, questa è vita? è una scelta di ognuno. ma non stiamo qui a far polemica se è vero o meno, che buttiamo solo energie, facciamo le esperienze! e grazie a tutte le donne e uomini che han portato e che vorranno portare la loro diretta esperienza! che comunque rimane una cosa personale ma di sprono per altri :-)

  15. pigreco
    18 gennaio 2012

    Volendo rimanere onnivoro mi chiedo…
    Le donne eliminano le tossine con il mestruo. E gli uomini?

    I fagioli e i broccoli li mangiate crudi?

    • contiandrea
      18 gennaio 2012

      Gli uomini eliminano tossine in gran parte da altri canali, è chiaro.
      Ecco perchè la donna rimane più giovanile dell’uomo di pari età fino alla menopausa, e dopo ha un declino più rapido.
      Ecco perchè l’uomo che deve compensare la tossiemia del corpo utilizza più della donna certi canali demineralizzanti (testa, capelli, denti, pelle, ecc…)
      Vi consiglio di non dar nulla per scontato e farvi sempre domande… poi vivete la vita seguendo solo il vostro intuito e la vostra coscienza.
      Sarebbe da sciocchi lasciarsi condizionare da questo articolo, ma magari potrebbe essere uno stimolo per approfondire e studiare l’igienismo alimentare o per abbracciare ancor più forte le precedenti tesi ufficiali.
      Un abbraccio a tutti cari lettori :-)

      P.S. i fagioli e i broccoli rientrano nell’Ehretismo di transizione, ma non nella dieta fruttariana :-)

    • Pahadimas
      23 giugno 2013

      I broccoli crudi sono gustosissimi!
      I fagioli crudi penso non siano commestibili, mentre invece i ceci lo sono, se prima ammollati, e sono pure buoni; le lenticchie sono commestibili anche crude non ammolate, a mio avviso, e molto buone anch’esse; discorso analogo per la soia cruda e non ammollata. Certo, meglio prima ammollare.

      • contiandrea
        26 giugno 2013

        Buon appetitto Pahadimas… tutto molto gustoso e sano… inclusi i metaboliti secondari (fitotossine)! :D

  16. Riccardo Bottegal
    19 gennaio 2012

    Tu di fai di acidi, e anche pesantemente!!! Lo sai come si chiama l’assenza di mestruazioni?? Amenorrea, ed è un sintomo GRAVE che c’è qualcosa che non va!!! Smettila di spargere stronzate galattiche propagandandole per scienza infusa, che fai solo danni!!!

    • contiandrea
      19 gennaio 2012

      E’ chiaramente grave… per una donna onnivora. E credo che il testo dell’articolo lo spieghi chiaramente. Ma è solo un’ipotesi controcorrente… non lasciatevi influenzare… indagate piuttosto.

      • Luana Culotti
        14 maggio 2013

        Straordinaria realta’ quella che sto leggendo. Grazie Sig. Andrea Conti per la divulgazione di queste notizie :)

      • apetta88
        21 marzo 2014

        In realtà lo è per qualsiasi medico che segua la medicina occidentale (e credo anche la maggior parte di quelle alternative), ma credo che il tuo errore sia quantomeno giustificabile vista la tua totale ignoranza di cosa sia un ciclo mestruale.

        Ti risparmio la trattazione estesa, che puoi trovare su qualsiasi libro di testo, personalmente consiglierei di iniziare da un libro di scienze di scuola primaria e poi andare a salire su testi universitari di Fisiologia Umana scorrevoli come il Conti o il Guyton (si studiano al primo semestre del secondo anno di medicina), potresti avere bisogno di un libro di anatomia e in tal caso trovo che il Gray sia la scelta più idonea perchè più discorsivo. Infine, se proprio vuoi strafare, puoi “indagare” approfondendo gli aspetti patologici sul Romanini di Ginecologia.
        Ma se è troppa roba, basta wikipedia….
        https://it.wikipedia.org/wiki/Ciclo_mestruale

        Qualche correzione e chiarimento breve:

        La mestruazione non elimina nessun ovulo, ciò che viene eliminato è l’endometrio in cui esso si anniderà, eventualmente, se fecondato (tant’è che esistono molte patologie con cicli mestruati ma anovulatori, una di esse è la PCOS).

        Estro e ciclo: La ciclicità mestruale di una donna è data dal ritmo a cadenza mensile delle gonadotropine (ormoni ipofisari), a differenza della maggior parte dei mammiferi che ha l’estro ; le motivazioni di tale “evoluzione” sono molteplici, quelle su cui la professoressa mise l’accento quando spiegò tale meccanismo all’università sono essenziamente legate alle caratteristiche della specie umana, il cui “vantaggio naturale” è l’ingegno (senza il quale non sopravviveremmo in natura), garantito da uno sviluppo della neocorteccia ottimale; da qui la necessità di parti unicogeniti (un solo essere in grembo per nutrirlo meglio), ovulazioni mensili (parti dilazionati nell’anno e non tutti nello stesso periodo in modo tale che un evento avverso (come una carestia) non colpisca tutta la generazione) e mestruazioni ad ogni ciclo (in modo da avere sempre un tessuto “giovane” per accogliere al meglio l’ovulo fecondato, e differenza degli altri animali che lo riassorbono). per le stesse ovvie motivazioni, non abbiamo un calore “silente”.

        animali domestici: non sono mestruazioni perchè corrispondono alla fase follicolare.

        I sintomi della menopausa: è dovuta appunto alla perdita di ciclicità ormonale per esaurimento degli ovuli fecondati, con comparsa di cicli anovulatori e squilibrio nella produzione estroginica (che ha effetto sul cuore, sulle ossa, sulla ritenzione idrica ma anche su altri distretti corporei). Tale correlazione è facilmente verificabile osservando le donne a cui sono state tolte le ovaie ma lasciato l’utero (intervento che si fa nei casi di metastasi di tumore maligno alla mammella per ridurne la crescita o come prevenzione nel caso di forme familiari di tumore all’ovaio o mammella per evitare recidive) che vanno in menopausa nonostante l’età.

        Donne che hanno partorito senza mestruazioni: questo tipo di aneddoti in scienza contano come l’arcano degli amanti a briscola quando regna picche. Ovvero: totale nonsense.

        In conclusione: se devi dire assurdità, almeno creale in maniera tale che non siano debunkerabili anche da un ragazzino che studia medicina al secondo anno. Io mi ci sono cimentata solo perchè dovevo scaricare l’ansia pre-laurea.

        P.S.80ml di sangue sono un terzo di bicchiere di plastica, nello stesso periodo di 5 gg una singola ulcera gastrica in fase iniziale (mucosa) ne perde altrettanti e il corpo rimpiazza tale perdita in meno di un giorno. Giusto per renderci conto di quale sia l’entità di questa “copiosa emorragia”.

      • contiandrea
        21 marzo 2014

        Apetta88 non fai che riportare aneddoti scontati e superficiali del primo anno di medicina… roba vecchia che non spiega perchè solo la femmina della specie umana abbia una emorragia a differenza di TUTTE le altre specie animali che o hanno una perdita minima se escono dal loro cibo elettivo, o addirittura non presentano perdita alcuna.
        Se vuoi continua a parlarti addosso, fai pure.
        Anche se mi sembra strano tu non abbia parlato di muco post-ovulatorio e non abbia approfondito nessun aspetto osservabile in natura legato alla mancanza di perdita di sangue in animali che vivono nel proprio ecosistema ideale col proprio cibo elettivo.
        Qui stiamo cercando di interpretare in modo più approfondito alcuni meccanismi visibili in natura nelle varie specie animali.
        Un ciclo regolare silente non solo è presente in tantissime specie animali (scimmie incluse), ma può esser tipico anche della specie umana che si nutre del proprio cibo elettivo.
        Per comprendere il concetto di cibo elettivo ti consiglio di aprire un testo di anatomia comparata e fisiologia comparata in modo autonomo… perchè da più di 20 anni hanno tolto questi esami dal corso di laurea in Medicina con evidenti buchi didattici come avrai avuto modo di notare. Secondo te 6 ore sull’alimentazione in un corso di laurea di 6 anni sono poche o no?
        Cmq ti informo che TUTTE le donne che hanno intrapreso la strada verso il fruttarismo sostenibile (che ti consiglio di approfondire) hanno un ciclo più regolare, valori ormonali e del sangue ottimali, dolori mestruali assenti, tracce di sangue minime o assenti e sono in PERFETTA FORMA FISICA.
        Hai scelto un campo molto bello… ma devi sapere che non si finisce mai di imparare nell’ambito del funzionamento del corpo umano e a volte la strada migliore per imparare è quella dell’osservazione della natura.
        Un abbraccio

        P.S. se per te un terzo di un bicchiere (record tra tutte le specie animali… Incluse giraffe, ippopotami, elefanti, che molto spesso non hanno perdite di alcun tipo) non è una emorragia… se per te i fastidiosissimi dolori che lamentano le donne durante il ciclo sono fisiologici… beh felice tu!
        In tal caso limitiamoci a ciò che è già scritto da quasi un secolo in testi universitari e sconsigliamo ogni forma di ricerca o spiegazione alternativa.

        P.S. 2 tranquilla le tue conoscenze sono ottimali per la vicina laurea. qui stiamo andando oltre le conoscenze accademiche troppo spesso autoreferenziali, le cui discipline scientifiche ragionano per compartimenti stagni e non dialogano tra loro.

      • apetta88
        22 marzo 2014

        “perchè solo la femmina della specie umana abbia una emorragia a differenza di TUTTE le altre specie animali che o hanno una perdita minima se escono dal loro cibo elettivo, o addirittura non presentano perdita alcuna.”

        A parte che il ciclo mestruale ce lo hanno anche molti primati che si nutrono del proprio “cibo elettivo” (o almeno, se lo scelgono da sole nel loro habitat naturale, sarebbe d’uopo che qualcuno andasse spiegare loro qual è il loro “cibo elettivo”!)…
        Te l’ho in parte accennato: gli animali in natura RIASSORBONO L’ENDOMETRIO hanno il tempo per farlo a differenza di noi che dobbiamo farlo ogni mese.
        Gli animali domestici hanno una perdita di sangue, probabilmente legata a un aumento degli estrogeni (lo stesso che provoca la “pseudomestruazione della neonata”, ovvero la perdita di sangue dalla vagina in una bambina di poche giorni in presenza di eccesso di estrogeni di origine materna) dovuto all’aumento di peso e dunque della produzione estroginica CHE NON È UNA MESTRUAZIONE IN QUANTO AVVIENE IN FASE FOLLICOLARE OVVERO OVULATORIA.

        “mi sembra strano tu non abbia parlato di muco post-ovulatorio”
        Perchè semplicemente non vedo la correlazione fra il muco vaginale in fase follicolare e il distacco dell’endometrio in fase di distacco, 14 giorni dopo. Anche perchè le due cose possono avvenire anche separatamente, essendo dovuti a due ormoni diversi (somministrando estrogeni avrò il primo senza il secondo, somministrando progesterone, il secondo senza il primo).

        “nessun aspetto osservabile in natura legato alla mancanza di perdita di sangue in animali che vivono nel proprio ecosistema ideale col proprio cibo elettivo.”
        Mi sembrava ovvio ribadire che gli animali hanno l’estro e noi no, che gli animali si accoppiano quasi sempre per fini riproduttivi e noi abbiamo anche una componente affettiva e relazionale che a volte prescinde dalla riproduzione, che i primati hanno il ciclo mestruale e non quello estrale e che .

        “Un ciclo regolare silente (…) può esser tipico anche della specie umana che si nutre del proprio cibo elettivo.”
        Un ciclo regolare “silente” non ci può stare. punto. Non ci sono prove se non le storielle che hai raccontato, provenienti da una fonte talmente infima che non si trova nemmeno su internet la data di pubblicazione, solo che è stata “ristampata nel 2012″.

        La mancanza di ciclo mestruale si chiama amenorrea. è una condizione patologica dovuta allo squilibrio di quel ritmo circadiano di cui ti parlavo, evidenziabile con un’analisi del sangue che indaghi l’asse ormonale ipotalamo-ipofisi-ovaio: osserveremo la tipica riduzione estroginica a favore del progesterone e un aumento dell’FSH con diminuzione dell’LH (stesso assetto di una donna che prende una pillola progestinica, che fra gli effetti secondari provoca appunto l’amenorrea…). Semplice meccanismo con cui il corpo dice “non siamo pronti per una gravidanza”.

        “il concetto di cibo elettivo” ti consiglio di aprire un testo di anatomia comparata e fisiologia comparata in modo autonomo… perchè da più di 20 anni hanno tolto questi esami dal corso di laurea in Medicina con evidenti buchi didattici come avrai avuto modo di notare.
        “Secondo te 6 ore sull’alimentazione in un corso di laurea di 6 anni sono poche o no?”
        io in realtà scienze dell’alimentazione l’ho fatta in fisiologia, in patologia sistematica 2 e in medicina interna, ho sostenuto quindi l’esame 3 volte e mi sembrano pure troppe!

        “Cmq ti informo che TUTTE le donne che hanno intrapreso la strada verso il fruttarismo sostenibile (che ti consiglio di approfondire) hanno un ciclo più regolare, valori ormonali e del sangue ottimali, dolori mestruali assenti, tracce di sangue minime o assenti e sono in PERFETTA FORMA FISICA.”
        Ma quindi sto ciclo ce l’hanno o no?:)
        Comunque i dolori mestruali ce li hanno anche le vegane (ne conosco personalmente un paio che soffrono di questo problema), perchè la dismenorrea può essere dovuta a tante cause, alcune di queste addirittura di interesse chirurgico.
        i valori ormonali e del sangue ottimali…magari nei primi mesi (a meno che non assumano integratori, sennò “so’ boni tutti”…), già dopo tre mesi le scorte di ferro si esauriscono e comincia o osservarsi l’anemia, col classico pallore che caratterizza ogni anemico carenziale.
        quanto alla perfetta forma fisica, se ci adeguiamo allo standard anoressico delle modelle di Valentino direi che ci siamo…. peccato che quel modello di forma fisica sia tutt’altro che salutare.

        P.S.1: Anche le due gocce di sangue che ti escono se ti tagli col pezzo di carta sono una “emorragia”, io infatti ho detto che non sono una “copiosa” emorragia,
        i dolori, il gonfiore e altri piccoli sintomi sono fisiologici, purchè sopportabili altrimenti spia di una patologia, ma questo non vuol dire che non si possa intervenire sugli stessi.

        “Ricerca alternativa” e”spiegazione alternativa” non vogliono dire tirar fuori rettiliani per spiegare i terremoti, unicorni rosa per giustificare gli tsunami e tossine per spiegare i dolori mestruali.

        Attualmente, nella mia università, è in corso un protocollo di studio per fare qualcosa di “sperimentale” e fino a qualche anno fa impensabile: togliere gli immunosoppressori ai trapiantati.
        Non è che il tipo che l’abbia proposto si sia alzato la mattina e abbia detto “oggi togliamo la ciclosporina ai trapiantati” e lo abbia fatto…
        Dopo anni che lavorava coi farmaci immunosoppressori, osservando che alcuni pazienti che decidevano di testa loro di interrompere la terapia stranamente non presentavano rigetto, s’è messo a studiarli e ha pensato che potesse esistere un pattern immunologico comune che li predisponeva a sviluppare tolleranza, ha fatto loro dei prelievi.
        Ora sta raccogliendo provette di sangue da molti pazienti, alla ricerca di quelli che potrebbero avere lo stesso pattern immunologico, dopo di che comincerà a ridurre la terapia a questi pazienti e li seguirà con controlli ravvicinati per vedere se aveva ragione.
        Ha iniziato 4 anni fa e finirà fra altri 3, se tutto va bene.

        Invece ciò che dici tu semplicemente non ha il minimo fondamento nella fisiologia, di cui non conosci i meccanismi, e l’ho precedentemente dimostrato, di conseguenza non ha proprio senso.

        P.S. 2 le discipline scientifiche ragionano così tanto “per compartimenti stagni” e “senza dialogare tra loro” che un medico
        - impianta protesi progettate da un ingegnere biomeccanico con materiali studiati da uno scienziato dei materiali
        - somministra farmaci ideati da un ingegnere biochimico,coi suggerimenti di un biologo, migliorati sulla base di un modello elaborato da un matematico e corretti da un chimico farmaceutico
        - usa metodiche diagnostiche messe a punto da un fisico medico
        - lavora in un ospedale progettato da un ingegnere biomedico (costruire un ospedale non è come costruire una casa, compito dell’ingegnere civile, ma qui andiamo fuori tempo)

        Proprio mondi diversi e incomunicabili…
        Manca giusto l’astrofisica e la geologia (se vogliamo ignorare il trascurabile fatto che la radioterapia sia nata dallo studio delle radiazioni cosmologiche e dall’osservazione della radiazione naturale presente nelle rocce…) :)
        E manco ti si può giustificare dicendo che “sei rimasto indietro” visto che fin dai tempi dei greci la scienza è sempre stata interdisciplinare (pensa solo ad Archimede: matematico e fisico!),senza citare figure eccessivamente poliedriche come Leonardo Da Vinci, direi che possiamo affermare più semplicemente che hai la tendenza a parlare di argomenti che non padroneggi proprio alla perfezione :)

        Detto ciò smetto di rispondere, vista la tua abbondante malafede.
        Spero tanto che tu sia solo molto attaccato alle tue assurde idee perchè se fai soldi sulla pelle della gente (perchè una condizione di grave malnutrizione non è certo salutare) allora hai davvero tutto il mio disprezzo, al pari di chiunque sfrutti il dolore e l’insicurezza delle persone per lucrarci.
        Saluti.

      • contiandrea
        22 marzo 2014

        Allora non hai letto nulla dell’articolo in questione… o non hai compreso forse.
        Continui a parlarti addosso.
        Tante righe per dire che l’amenorrea è tipica delle persone con problemi ormonali.
        A quanto pare non hai letto NEMMENO LE PRIME 3 righe dell’articolo, dove escludo i casi di problematiche ormonali, anoressia, bulimia, che sono problematiche a parte che devono esser seguite da endocrinologi e specialisti del caso.
        Leggere le tue fantasticherie mi ha fatto già perdere abbastanza tempo.
        Perdonami, ma qui si parla con atteggiamento scientifico, possibilmente non dei tuoi “rettiliani per spiegare i terremoti, unicorni rosa per giustificare gli tsunami”.
        A far soldi sulla pelle della gente in modo superficiale è altra categoria, che spesso (non sempre per fortuna) sottovaluta la ricerca e dà per scontato di sapere tutto.
        Io faccio un lavoro di ricerca indipendente in forma del tutto gratuita giusto per aggiornarti.

        Hai espresso le tue opinioni, le tue idee sono diffuse nel mondo della medicina: è chiara la tua posizione.
        Ora ti dò un consiglio da amico: non accontentarti di ciò che trovi nei testi universitari, approfondisci e fai ricerca sempre!
        Studiati un pò di paleoantropologia, anatomia comparata, fisiologia comparata, morfologia funzionale comparata, ripassati la glicolisi del fruttosio, te lo dico col cuore… credo ti potrebbe chiarire i dubbi riguardo il cibo elettivo della specie umana.
        Un abbraccio

  17. Giulia
    19 gennaio 2012

    E se una donna prende la pillola come cambiano queste considerazioni?

  18. laura
    19 gennaio 2012

    Ho letto i commenti qua sopra, e vorrei che qualcuno rispondesse alla mia domanda:
    Per una donna che non ha piu’ il ciclo dall’eta’ di 43 anni, e non e’ mai stata vegetariana, vegana, o fruttariana, che cosa significa? Grazie a chi rispondera’

    • ilaria
      17 maggio 2013

      Significa che devi fare immediatamente dei controlli medici

  19. contiandrea
    19 gennaio 2012

    Gli uomini coinvolgono in maggior % rispetto alle donne altri canali di disintossicazione: pelle, testa, organi emuntori (ecco perchè ad esempio l’uomo perde più capelli della donna fino ai 50 anni circa, quando la donna con la menopausa perde la sua forte capacità disintossicante).
    E’ chiaro che le donne necessitano di disintossicarsi anche attraverso altri canali al di là del mestruo… sia donne che uomini usano spesso la ritenzione idrica per parcheggiare le tossine di troppo che il corpo non riesce ad eliminare in tempo (l’uomo tende ad accumulare ritenzione sull’addome e la donna sui fianchi e gambe).
    Ho notato che questo articolo ha dato adito a molti fraintendimenti; le polemiche che paradossalmente non erano emerse nell’articolo “La luce che nutre” sono arrivate con questo articolo… e non ho potuto fare a meno di fare ordine tra i commenti arrivati in questi 2 giorni per evitare si facesse confusione tra i lettori.
    Nell’articolo mi sembra chiaro un punto, che tengo a precisare nuovamente: se una donna NON CRUDISTA o NON FRUTTARIANA non ha più il flusso mestruale credo sia giusto insospettirti e fare degli accertamenti attraverso delle analisi.
    In una donna onnivora il mestruo è fondamentale finchè dura.
    Nel caso alternativo farei degli esami ma con molta meno angoscia e preoccupazione.
    Questo articolo vuole essere uno spunto di riflessione, prendetelo con il beneficio del dubbio, ma informatevi e studiate per saperne di più perchè credo che la medicina sia una scienza in continua evoluzione non ad appannaggio della sola classe medica, ma di tutta la specie umana che vuole conoscere, informarsi, capire, collegare i puntini.
    Vivete facendovi domande e non date mai nulla per scontato. Spero almeno di aver fatto nascere dei dubbi e dei ragionamenti in coloro che sono andati in crisi con questo articolo.
    Molto spesso è solo perchè la verità va a nostro vantaggio che ci viene celata.

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Grazie del chiarimento, ora ho risolto uno dei dubbi che avevo, ma rimangono dei punti per me poco chiari affrontati nell’articolo, magari qualcuno sa darmi ulteriori risposte perché l’argomento è davvero interessante.

      Ad esempio: “Qualcuno potrebbe affermare “Il ciclo coincide con le mestruazioni. Prova ne è il fatto che la donna non ha piu’ le mestruazioni durante la gravidanza.Nulla di piu’ falso! ”

      Scusate,come non coincide con le mestruazioni? A questo punto mi viene un altro dubbio: perché la donna mestrua ogni 28/30 giorni proprio in “coincidenza” con la fine e l’inizio del ciclo sessuale? Se fosse solo una disintossicazione, avverrebbe in qualsiasi momento e non cosi scandito, no? Ad esempio nel momento in cui è più intossicata mestruerebbe, il che sotto le feste di natale, avremmo donne in continuo mestruare! :D … Come quando si ha il raffreddore e si secerne più muco per espellere i batteri. non avviene a cadenza regolare, ma solo quando si verifica il problema. Perché si afferma questo?

      Poi continua:”Il sangue della donna in dolce attesa non rischia di intossicare quello del feto.
      Difatti la placenta ha origine fetale e il passaggio di scarti nel sangue al massimo avviene dal bambino verso la mamma e non viceversa.
      La placenta si comporta da filtro di tossine per il feto.”

      Ok, lo scarto passa dal feto alla mamma e la placenta fa da filtro per il bambino… ma gli scarti arrivano alla mamma, e comunque l’alimentazione della mamma rimane errata quindi dovrebbe continuare ad avere le mestruazioni anche in gravidanza per spurgarsi. Questo smonterebbe tutta la teoria che dice “mangi male = mestruazioni” quindi se mangi male in gravidanza = mestruazioni.

      “Le mestruazioni, al pari della leucorrea, sono una condizione di malattia anziché di normalità, come comunemente si intende; e che pertanto vanno sottoposte a regime ed a rettifica dietetici.” Asserisce che: “Quando si permette alle mestruazioni di continuare indisturbate, si favorisce dopo una certa età, lo sviluppo di proliferazioni patologiche nell’utero. Per questa ragione, giunte per lo più ai 35 anni di età, il 20% delle donne è affetto da miomi uterini (tumore del tessuto muscolare)[...]”.

      L’80% però no! E allora la causa è evidentemente un’altra, non credete?

      “Nessuna funzione corporea dovrebbe essere accompagnata da emorragia. La perdita di sangue è sempre un fatto anormale.”
      (Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald)

      Ieri quanto ho letto questa frase, sono rimasta colpita ed ho pensato: cavolo, è vero! Oggi invece penso che, appurato che l’emorragia serve ad eliminare tossine, come l’urina serve ad eliminare le scorie, defecare serve ad eliminare le sostanze non assorbite dall’ intestino. La mestruazione è comunque una funzione corporea che serve ad eliminare le tossine, quindi come fa ad essere questo e a non dover essere necessaria? Ed eliminando completamente le intossicazioni dovute agli alimenti ( che per quanto possano essere crudi e naturali comunque negli ambienti in cui viviamo non saranno mai privi di sostanze chimiche o dannose), esistono altre cose che possono intossicare il nostro organismo, quindi sarebbe difficile avere una condizione di assenza di mestruazioni. Mi viene quindi da pensare che l’assenza di mestruazioni sia dovuta si al tipo di alimentazione, ovvero se crudista/fruttariana si ha l’assenza di esse, se onnivora la presenza, ma che in entrambi i casi non sia da ritenersi patologica. E come detto da contiandrea, “NON CRUDISTA o NON FRUTTARIANA non ha più il flusso mestruale credo sia giusto insospettirti e fare degli accertamenti attraverso delle analisi.”, quindi sarebbe logico pensare che se nell’alimentazione crudista e fruttariana ci fosse ancora la presenza del mestruo, ci sarebbe da fare indagini allo stesso modo.

      Alla domanda iniziale: “E’ veramente normale che l’ovulo non fertilizzato sia eliminato dall’utero tramite emorragia delle arteriole uterine?”

      E’ veramente normale? Umm… dubbio! Mi chiedo: come faccio a sapere di aver sviluppato se non ho la comparsa del menarca? Come faccio a capire quale sia il periodo fertile o meno se non ho le mestruazioni che mi indicano che è terminato ed iniziato un nuovo ciclo? Se non avessi mai il ciclo, non potrei avere la riprova di non essere incinta! ( per tutti questi motivi credo anche che le donne che si lamentano tanto dovrebbero avere invece un occhio di riguardo per questa fase del ciclo mestruale) E bene, direi che nessuna bestia al mondo si preoccupa di questo, solo noi umani abbiamo bisogno di “segnali” che ci “aiutano” ad organizzarci la vita.
      Quindi penso che la mestruazione sia anche una risposta ad una “nuova esigenza” della donna dovuta ad una diversa condizione di vita, lontana da quella naturale… diciamo un’adattamento di comodo dovuto anche ad una società patriarcale oltre che all’alimentazione.

      Altro dubbio che mi era venuto riguardava la disintossicazione dell’ uomo che avete chiarito e mi ha convinta ma comunque approfondirò :)

      Scusate se faccio tante domande ma sono interessatissima all’ argomento!a proposito grazie per lo spunto di riflessione! ;)

      • contiandrea
        18 gennaio 2014

        Ti consiglio di leggere con calma nuovamente l’articolo :)
        Un abbraccio cara

      • Luana
        19 gennaio 2014

        Andrea, lo chiedo proprio perché pur rileggendo l’articolo più volte, non trovo effettive spiegazioni plausibili alle mie domande. ho letto per questo anche tutti i commenti e leggerò i vari link da te proposti, ma per quanto riguarda solo ed esclusivamente l’articolo, magari è colpa mia, ma non trovo chiarimento in questi dubbi. Se puoi aiutarmi spiegandomi semplicemente la cosa, te ne sarei grata! :)

      • Luana
        19 gennaio 2014

        Sopratutto il punto in cui si asserisce ““Qualcuno potrebbe affermare “Il ciclo coincide con le mestruazioni. Prova ne è il fatto che la donna non ha piu’ le mestruazioni durante la gravidanza.Nulla di piu’ falso! ”

  20. pigreco
    20 gennaio 2012

    ***Gli uomini eliminano tossine in gran parte da altri canali, è chiaro.
    [...]
    Ecco perchè l’uomo che deve compensare la tossiemia del corpo utilizza più della donna certi canali demineralizzanti (testa, capelli, denti, pelle, ecc…)***

    Non potrebbe dipendere anche dal tipo di lavoro svolto dai due sessi?
    Non ho mai visto donne lavorare sui cantieri edili con 40 ° all’ombra, o con il gelo alle 6 del mattino….

    • contiandrea
      20 gennaio 2012

      Certo, i fattori in gioco sono così tanti… ora però si parlava di quali fossero i principali canali di disintossicazione a seconda dei sessi.

  21. Sil
    21 gennaio 2012

    Scusate, ma mi sono venuti i brividi a leggere questo articolo.
    Da studentessa di biologia, non concordo con quanto scritto nell’articolo. Le mestruazioni sono necessarie, non averle è sinonimo di problemi gravi all’organismo (non a caso il ciclo mestruale si ferma nei casi di anoressia, ovvero quando manca in nutrimento adatto per sostenere le funzioni vitali). Sono il gradino finale del ciclo mestruale: infatti se durante questo periodo l’ovocita non incontra gli spermatozoi, muore(il corpo non potrebbe mantenerlo in vita senza il rischio di gravi mutazioni) quindi non si avrà nessun impianto e il rivestimento uterino precedentemente ispessito si stacca e viene espulso. Il materiale, costituito principalmente da muco, tessuto di rivestimento e sangue, è espulso attraverso la vagina. Questo non è per nulla causato da intossicazioni alimentari!

    Inoltre non è vero che gli altri animali non hanno il ciclo mestruale: tutti gli ominidi ce l’hanno!
    Per quanto riguarda le fonti… per dovere di cronaca, alcuni pazienti del dottor Shelton sono morti… per questo la sua scuola è andata in fallimento…

    Rispondo anche ad un commento: “(ecco perchè ad esempio l’uomo perde più capelli della donna fino ai 50 anni circa, quando la donna con la menopausa perde la sua forte capacità disintossicante)”

    la perdita di capelli è un carattere sessuale ereditario legato ad un malfunzionamento del cromosoma X. Dal momento che gli uomini hanno un solo cromosoma X, la perdita dei capelli è evidente, mentre le donne, avendo due cromosomi X, possono “spegnere” il cromosoma mal funzionante per “accendere” quello funzionante. Questa è genetica di base. Inoltre la perdita dei capelli in giovane età non può essere associata a quella in età avanzata, in quanto la seconda è dovuta all’invecchiamento e non ad un problema a livello genico.

    • contiandrea
      21 gennaio 2012

      La sua risposta è impeccabile e accademica. Sappiamo tutto ciò… è scritto in tutti i libri di anatomia, biologia e fisiologia umana.
      Qui si sta tentando di comprendere meglio alcuni meccanismi del corpo umano da prospettive nuove.
      L’Igienismo Alimentare è una scienza troppo spesso ignorata da chi fa parte del mondo medico/paramedico… bisognerebbe leggere un libro di Arnold Ehret per comprendere fino in fondo la tesi presente in questo articolo.
      Shelton aveva un centro di digiuno terapia, all’interno dei quali venivano trattati anche malati terminali di tumore che non avevano più speranza.
      Cmq mi ha fatto piacere ricevere una risposta così pacata pur nella sua contrarietà.
      Grazie per aver espresso il suo punto di vista.

    • Stella
      6 maggio 2013

      Finalmente vedo qualcosa di scritto qua che non mi ha fatto restare a bocca aperta, incredula per tanta idiozia. fare credere ad una donna alta 1.60 che pesa 43 kg. di essere sana e che il ciclo è finito perché lei adesso è purificata fisicamente è una pazzia… non sono un dottore in niente… ma donne aprite gli occhi… rischiate di morire… nessuna dieta che esclude vitamine importantissime per il corpo è sana. Qui sotto vedo una risposta che dice: “Qui si sta tentando di comprendere meglio alcuni meccanismi del corpo umano da prospettive nuove”. ma che cos’è questa dieta allora!!?? un sperimento che fatte usando come cavia persone facilmente influenzabili!? ridicolo… dovrebbe esserci una legge che considera questo un crimine. ogni uno ha il diritto di mangiare quello che vuole, ma ha anche il diritto di essere informato chiaramente e sinceramente a cosa va realmente incontro.

      • contiandrea
        7 maggio 2013

        Stella ora io non voglio far credere a nessuno che 43 kg per 1,60m sia il peso forma… anzi.
        Qui stiamo ragionando sulla necessità fondamentale delle mestruazioni per la donna.
        Chiaramente chi si disintossica in modo eccessivo (perdendo troppi kg) può averlo fatto per tanti motivi (da una troppo rapida transizione al fruttarismo, mancanza di scientificità a fabbisogni nutrizionali indotti ancora elevati). Ecco perchè punto così tanto sull’unico fruttarismo scientifico ad oggi (fruttarismo sostenibile: cerca Progetto3M su Google).
        Col fruttarismo sostenibile il fine ultimo è il raggiungimento del peso forma, della massima energia e del massimo benessere.
        Se segui gli altri articoli capirai che per analizzare ogni elemento si deve essere più scientifici di quanto si sia fatto fino ad oggi.
        Ciao Stella

  22. Vito Simi de Burgis
    21 gennaio 2012

    Molto interessante e ben documentato tutto l’articolo, da prendere in considerazione: complimenti!

  23. Elly
    22 gennaio 2012

    un articolo interessantissimo e uno spunto perfetto per riflettere. Avere più punti di vista è sicuramente un ottimo modo per studiare qualcosa, avendo una visuale più completa. Poi ognuno di noi è liberissimo di scegliere ciò che ritiene più giusto (o talvolta quello che è disposto ad accettare). Ti ringrazio, e complimenti!

  24. Claudia
    24 gennaio 2012

    Sono vegetariana da 4 anni, negli ultimi mesi mi sono orientata verso il fruttarismo e la mia alimentazione è composta da un 80×100 di frutta e fruttortaggi. Negli ultimi 2mesi il mio flusso che è sempre stato molto abbondante è diventato leggerissimo e i dolori lancinanti al basso ventre che avevo il primo giorno si sono trasformati in un leggero fastidio, tollerabilissimi.

  25. Massimo
    29 gennaio 2012

    Come mai però in altre società le mestruazioni sono considerate un dono e non vengono viste come un fastidio? Mi riferisco anche a tradizioni millenarie come nella medicina cinese dove vengono considerate “acque celesti”. Eppure migliaia di anni fa non credo ci fossero tutte le tossine che abbiamo oggi, forse mi sbaglio.
    Nell’antichità i medici chiamavano le mestruazioni Tian Gui o Acqua Celeste perchè credevano che il sangue mestruale fosse diverso dal Sangue che circola nel nostro organismo e lo nutre.

    Il termine celeste indica la discesa del Vero Qi del Cielo; il termine Gui indica l’Acqua, sotto forma di nuvole celesti che genero acqua. I Reni sono gli organi nei quali conserviamo il Qi e il Jing o Essenza, e perciò sono responsabili della nostra crescita e del nostro sviluppo.

    Il sangue mestruale non è soltanto l’eliminazione mensile di materiale di scarto proveniente dall’utero, ma è Essenza, l’energia vitale che ci serve per vivere.
    Quindi non sono totalmente convinto.

    • contiandrea
      29 gennaio 2012

      Massimo capisco che intendi.
      Che ogni società abbia diverse conoscenze e condizionamenti è chiaro.
      Forse quello delle mestruazioni è l’argomento più controverso per chi non ha mai letto libri di importanti scienziati e medici come George Cuvier, Shelton, o Arnold Ehret.
      Non si finisce mai di imparare e di mettersi in discussione :-)

    • sara vasi
      2 agosto 2013

      ciao a tutti! scelgo di collegarmi a massimo perché è il commento che finora sento più giusto!
      non commento mai le cose con cui sono in disaccordo, ma questa volta mi sento di farlo, dato che oggi sono in vena polemica! XD
      quindi vi porto la mia esperienza e le mie idee, dato che è un argomento che mi è affine.
      punto 1- ho avuto parecchi anni fa un forte calo di peso per motivi psicologici, ed in quell’anno non ho avuto mestruazioni, ed anche il ciclo era danneggiato nel suo funzionamento come ho poi visto dall’ecografia…
      ecco io credo che chi mangia così poco con la dieta di sola frutta tanto da perdere molto peso, sia per la perdita di peso che non ha più mestruazioni.
      2- poi non lo so, credo che comunque nel mondo ognuno viva la sua esperienza a sé, quindi credo anche all’esistenza di qualche caso eccezionale, anzi.
      3- ma soprattutto, dando ragione a massimo appunto, il mestruo è sempre stato considerato sacro in molte culture antiche, ed al di là di questo io lo sento come un lato importante del mio essere donna, lo sento come un fastidio, sì, ma soprattutto come una purificazione, come una cosa bella. sono felice quando arriva, mi darebbe fastidio non averlo più.
      4- inoltre aggiungo che da celiaca, da quando ho il mestruo non ho più trovato tracce di glutine (per eventuali micro errori inconsapevoli nella dieta) nel sangue, mentre prima della pubertà succedeva, nonostante seguissi la dieta scrupolosamente.
      5- aggiungo che sono intollerante non solo al glutine, ma anche al lattosio, uova e lievito, e se non fosse per la poca carne che mangio perché per me lo trovo giusto (rispettando e ammirando chi è vegetariano!!), dato che sono portatrice sana di anemia mediterranea (quindi non ho i valori bassi del ferro, ma dell’emoglobina, e le volte che ho provato a non mangiare più carne ho perso peso parecchio) mangio credo “bene” (so che è un’eresia per voi, ma è per dire che non mi riempio di schifezze di continuo pur essendo onnivora, anche perché non potrei!)
      6- e questo è l’ultimo punto, il più importante per me: non capisco proprio la voglia che hanno i fruttariani, brethariani, eccetera, di fare i salti mortali pur di vivere cent’anni! allo stesso tempo non godendosi la vita (un minestrone d’inverno, ad esempio, non capisco perché negarselo!!! mica un maiale in crosta!).
      e non parlo di dieta animale, perché allora basterebbe essere vegetariani o meglio vegani (preferisco la seconda ipotesi, è più sensata a questo punto tra le due).
      ma dico, la vita è così strana e effimera… non capisco a che scopo fare di tutto per farla durare di più, e di più… mi sembra un concetto immaturo…
      e vi parlo da attenta a tante cose…
      questa è la più grande domanda che mi ha fatto venir voglia di scrivervi! ciao :)

      • contiandrea
        3 agosto 2013

        credo tu abbia frainteso cosa sia la dieta fruttariana e quale sia il fine (che non è vivere 100 anni o 130).
        La dieta fruttariana sostenibile non deve far dimagrire, ma deve portare ad un peso forma.
        Inoltre deve dare energia, vitalità, felicità, serenità, armonia, PIENA SALUTE.
        Se venisse a mancare uno di questi elementi vorrebbe dire che o si è affrettato il percorso senza abituare il corpo ad un nuovo equilibrio,o che non si sta seguendo un FRUTTARISMO SOSTENIBILE (vedi P3M)o che si hanno dei fabbisogni indotti troppo alti (Fattori ambientali, mentali, alimentari…).
        Un abbraccio

        P.S. per il fatto che un tempo il mestruo fosse considerato sacro non capisco… una volta venivano considerati sacri anche i sacrifici animali agli dei. :-)

    • Sonia
      29 ottobre 2013

      Personalmente, da donna con endometriosi e problemi ovarici da quando avevo 12 anni, anno del mio menarca, donerei le acque celesti a qualche uomo volentieri visto che per me avere il ciclo è stato l’inizio di tutti i miei problemi e ho vissuto male e vivo male tuttora (ho 38 anni). Se mangiando in questo modo potessi stare meglio davvero non avrei dubbi sul da farsi!

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Interessante! :)

  26. elena
    9 febbraio 2012

    salve a tutti……qst articolo è meraviglioso….credo anche io che cambiando la nostra alimentazione si viva meglio ma soprattutto + a lungo.. :) e ammiro chi ci è riuscito ma purtroppo io nn amo i cibi crudi…e nn amo la frutta..quindi sarà molto difficile per me cambiare la mia dieta così drasticamente….!! ma brave per coloro ch eci sono riuscite..:) volevo solo aggiungere una cosa….vi prego nn fatemi sentire che a volte qualcuno di voi fà dei diugiuni…qst è molto sbagliato…nn fà assolutamente bene al corpo…..lo dicono tt i dottori e gli alimentaristi del mondo….si devono fare almeno 6 pasti al gg…e nn solo 3..e tt molto leggeri…per permettere al metabolismo di funzionare meglio…! poi ognuno giustamente la pensa e fà come vuole…grazie un slauto a tutti :)

    • contiandrea
      10 febbraio 2012

      Grazie a te della condivisione cara Elena! :)
      E’ bello poter esprimere le proprie opinioni seppur contrastanti come hai saputo fare te.
      Torna a trovarci presto! :)

  27. stephany
    2 marzo 2012

    molto interessante però sono incuriosita da una cosa , se uno fa questa dieta e perde il flusso mestruale perennemente ma ( nn il ciclo ) come fa a sapere se è rimasta in cinta? una donna che ha il flusso mestruale se ne accorge perchè ha dei ritardi o smette di averlo

    • contiandrea
      3 marzo 2012

      Questo potrebbe essere l’unico inconveniente :-)
      Però credo che i sintomi tipo ingrandimento del seno, aumentato senso della fame potrebbero essere i segnali a cui una donna fruttariana dovrebbe fare attenzione.
      Ma sicuramente il bimbo non potrà che ringraziare la mamma per lo stile di vita che ha intrapreso l’essere umano che ha ospitato per primo il suo corpo e la sua anima.

    • Dr. Matteo
      19 maggio 2012

      E’ molto semplice, con una dieta povera di ferro il tuo organismo si “mette sulla difensiva” e blocca il flusso mestruale, impedendoti anche di restare incinta. Quindi non ti servirà saperlo, saprai con certezza che non sei incinta. E’ la stessa cosa che succede alle ragazze anoressiche.

      • contiandrea
        19 maggio 2012

        Basterebbe finire di leggere l’articolo…

        ‘Si conoscono numerosi casi di donne che hanno partorito parecchi figli senza per questo aver mai avuto mestruazioni.

        “Personalmente conosco una madre di cinque bambini che non ha mai avuto mestruazioni.

        Mentre un altra, soggetta a mestruo da adolescente, sposò un uomo che aveva cambiato il suo regime di vita in un altro di autentico stile naturale. La donna condivise con lui il suo stile salutista, divenne anch’ella un perfetto esempio di salute vivente e cessò pertanto di mestruare. In seguito ebbe tre figli, tutti partoriti in assetto naturale e senza dolori, e non ebbe più mestruazioni. Nessuna funzione corporea dovrebbe essere accompagnata da emorragia. La perdita di sangue è sempre un fatto anormale.”

        (Wendy Harris e Nadine Forrest Mac Donald)’

      • Matteo
        21 maggio 2012

        Aneddoti non dimostrati non sono prove, come faccio ad accettarle, per fede?
        E comunque non è un caso se tutti i mammiferi hanno le mestruazioni

      • Matteo
        21 maggio 2012

        Chiedo scusa ho sbagliato a scrivere, non sono tutti i mammiferi, solo buona parte. I roditori, ad esempio, ovulano a comando

  28. contiandrea
    21 maggio 2012

    Tutti i mammiferi hanno poche gocce di ciclo… tranne la donna non fruttariana.
    E le prove vengono proprio dalle donne che hanno seguito una dieta Ehretista/Fruttariana.
    Certo, se poi non vogliamo studiarle perchè le riteniamo malate in partenza è tutto un altro conto.
    Cmq comprendo il suo punto di vista pur non trovandomi d’accordo.

    • Matteo
      21 maggio 2012

      Il fatto è che la mia esperienza con certe diete è in gran parte negativa. Conosco due vegani (non fruttariani) in buona salute, ma ne ho visti almeno una decina ricoverati in ospedale perché svenivano, nei quali si è poi riscontrata un’anemia sideropenica. Quindi liberissimi di fare quello che volete, il mio consiglio è semplicemente cercare di integrare ciò che manca nella dieta, che sotto altri punti di vista è sicuramente più salutare di quella della popolazione generale, in modo da non gravare a lungo termine su voi stessi e sulla società.

      • contiandrea
        21 maggio 2012

        Ora capisco.
        Il fatto è che l’Ehretismo e il Fruttarianesimo vengono ancora confusi con il vegetarianesimo e con il veganesimo (che secondo me sono tutt’altro che salutari).
        Finchè i medici di oggi non si confronteranno con un grande del 20° secolo come Ehret rimarranno molto confusi riguardo cosa sia il vero nutrimento.
        Consiglio la lettura del libro “Sistema di guarigione della dieta senza muco” prima di esprimersi su questa tematica e non solo.

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Quindi minore è il flusso e meno si è intossicati? Anche poche gocce e non per forza l’assenza sono “normali” a questo punto? Lo domando perché nell’articolo sembra sia patologica la mestruazione, da curare con la dieta per eliminarla completamente.

  29. Rosalba
    26 maggio 2012

    Ognuno ha la propria teoria e opinione, a me basta sapere che alle persone anoressiche, a causa di questa malattia (mentale, psicologica, chiamatela come vi pare) le mestruazioni scompaiono, non per scherzo ma perché il loro fisico chiede aiuto e segnala che non può più permettersi di perdere oltre.e altro..
    Alla luce di questo meglio una dieta mediterranea e qualche chiletto in più ma da persona sana. La salute è l’unico bene che ci resta e se abbiamo la fortuna di averla teniamocela stretta.

    • Pahadimas
      23 giugno 2013

      E se in quel caso le mestruazioni scomparissero perché il corpo anoressico non ha le energie necessarie all’espulsione delle tossine tramite mestruazione e preferisce magari espellerle tramite altre vie meno avide di risorse? Per paura che invece l’assenza di mestruazione sia sempre negativa, ti precluderesti maggiore salute.

      • contiandrea
        26 giugno 2013

        Nell’articolo è stata presa in considerazione anche questa eventualità. Basta leggere attentamente :)

  30. federica
    3 giugno 2012

    buongiorno,
    sono vegetariana (da tanti anni) e ho dolori (lancinanti!) specie il primo giorno di mestruazioni. Ho provato vari rimedi, comprese le cure omeopatiche, ma con scarsi risultati…ho trovato l’articolo molto interessante e vorrei provare a cambiare il mio regime e stile alimentare (tentare non nuoce). Sapete indicarmi dove posso trovare notizie e informazioni sull’Ehretismo? vi farò poi sapere come è andata….

    • Maddalena
      20 luglio 2012

      guarda su internet e cerca Ehret.. trovi il forum sull’ehretismo.. trovi anche i libri di ehret.. ti consiglio “il sistema di guarigione della dieta senza muco”

      • federica
        21 luglio 2012

        Grazie mille! proverò sicuramente…!

  31. elisa
    29 settembre 2012

    da quando sono vegetariana il mio ciclo è diventato regolare, da 40, anche 50 giorni tra un ciclo e l’altro con la mia vecchia dieta onnivora ora ho il ciclo di 28 giorni, questa è la mia esperienza, ma soprattutto non riesco a capire perchè tutte le scimmie catarrine, di cui fa parte la nostra specie (quella umana non è una razza), abbiano le mestruazioni, pur avendo spesso diete frugivore (non tutti i mammiferi hanno le mestruazioni), sapreste spiegarmelo?

    • brixis
      2 marzo 2013

      Perchè in verità tutte le scimmie catarrine non sono completamente frugivore. Chi più, chi meno, ma più o meno tutte hanno nella loro dieta piccole quantità di alimenti animali.
      Le scimmie TOTALMENTE “vegane” (definiamole per comodità così) non esistono. Anche le specie che hanno una dieta quasi totalmente costituita da frutta, tuberi, radici e foglie mangiano regolarmente, seppur in minima parte, piccoli insetti o comunque altri animali.
      Ma per lo più queste scimmie sono onnivore “opportuniste”, cioè si alimentano più che altro di ciò che l’ambiente offre loro. Che per lo più sono vegetali, ma non disdegnano alimenti di origine animale, che possono essere costituiti anche da piccoli vertebrati.
      Al di là della sua validità o meno, giustificare una dieta vegana con la solita frase “si riallaccia alle origini della nostra specie” è fondamentalmente sbagliato.
      Una dieta vegetariana in effetti è già molto più vicina a quella di queste scimmie, in quanto ha piccoli ma significativi intake di alimenti di origine animale.
      Le mestruazioni sono un processo fisiologico, non si scappa! Decenni di ricerca medica, fortunatamente, non sono rimasti a guardare le “scoperte” di secoli passati ma sono andate avanti proprio perchè, oltre a porsi un sacco di domande, si sono poste l’obiettivo anche di trovare delle risposte.
      Posso capire benissimo che una dieta corretta ed uno stile di vita sano riducano molto gli effetti collaterali di questo processo e che lo portino a regolarizzarsi. Anche io, da uomo, da quando seguo una dieta occupata per la maggior parte da alimenti di origine vegetale (ma resto pur sempre onnivoro per non tradire le mie origini LOL) accoppiata ad una drastica riduzione della sedentarietà, posso affermare di sentirmi molto meglio.
      Ma da qui a dire che la scomparsa delle mestruazioni sia un segnale positivo ne passa davvero tanto (e di tanto criminale, oserei dire).
      Il corpo della donna impiega moltissime risorse per perseguire l’obiettivo “riproduzione”, ma in carenza di proteine (che sono il mattone fondamentale per costruire i nostri tessuti) si trova davanti alla domanda “le preparo per bene l’endometrio depauperando però le sue riserve già carenti e mandandola incontro ad altri problemi o punto sulla sua salute e all’endometrio poi ci pensiamo in tempi migliori?”
      Ovvio che l’organismo tenda a mantenere la donna in salute puntando meno sulla riproduzione (e sottolineo MENO, non annullandola!)
      Con tutti i gradini intermedi di fertilità/infertilità che passano tra questi due estremi e che dipendono da fattori individuali.

      • contiandrea
        2 marzo 2013

        Non consideri minimamente il legame tra l’allontanamento dall’ecosistema elettivo parallelamente all’allontanamento dal cibo elettivo. Per non parlare delle solite conseguenze sulla qualità della vita (longevità inclusa) conseguenti all’allontanamento dal cibo elettivo di una specie.
        Eppure ne ho parlato diverse volte nei vari articoli dedicati alla mela.
        Trovi tutto nel mio blog :)

  32. Ulma
    2 ottobre 2012

    Sto cercando notizie del menzionato libro di Wendy
    Harris e Nadine Forrest Mac Donald, senza successo…qualcuno sa darm idei riferimenti? Grazie

  33. Morgana
    18 gennaio 2013

    Ma io penso che se si diventa fruttariana come se si diventa vegani, diminuisce cmq l abbondanza di ciclo mestruale, come diminuirebbe molto altro, i dolori sono speso dovuti anche a ciò che mangiamo e come mangiamo, ma il ciclo mestruale è legato moltissimo anche alla nostra vita psicologico emotiva, stress…irritabilità…paure…etc…Non possiamo legarlo solo al cibo, la condizione di rilassamento mentale e di armonia del corpo mente che ci fà cmq stare bene, diminuisce automaticamente anche l apporto di cibo, perchè è il nostro corpo che sceglie cibi più o meno sani, basta consapevolizzarsi e seguire le sue indicazioni. In questo articolo ci sono parecchie imperfezioni come prima si dice che nessun altro animale in cattività se non quelli domestici ha il ciclo e poi si fanno esempi in cui il ciclo c’è…anche in cattività; Io penso che sia vero che ci sia una sorta di PULIZIA del sangue nel fatto nel mestruo…. e dunque la tesi potrebbe essere anche reale, ma le tossine sono da per tutto anche nella frutta e nella verdura, tempo fa sul facebook blog di eheretiano ho postato un articolo in cui la maggior parte dei prodotti biologici che i fruttariani dicono di acquistare e consumare sono stati sequestrati perchè non bio,( in Italia come in Europa circa il 90%) una specie di maxi truffa del bio.( Nessuno mi rispose in quel caso perchè altrimenti andavano contro la loro tesi che per essere del tutto fruttariani SOLO BIO, allora doveva ricominciare da capo… Non sappiamo veramente la reale provenienza di un cibo bio o meno e poi le tossine possono cmq essere presenti, magari se mangi molto meno e molti più cibi che depurano e ritenuti da sempre salutari il sanguinamento diminuisce …a volte può scomparire anche per stress psico somatico o per l effetto placebo…alcune donne potrebbero SI non averlo x niente perchè hanno geni diversi …magari le stesse donne dell articolo degli Hunza…ma fin dai tempi antichi come si legge anche da ” Luna Rossa di Miranda Gray” il ciclo come sanguinamento legato ai cicli lunari è sempre esistito poi che si sanguini a volte meno a volte di più a volte per nulla …forse è dovuto anche ad altro. E le tossine entrano nel nostro corpo anche da ciò che respiriamo, da ciò che tocchiamo…la pelle è una specie di spugna. Cmq è utile vedere anche questa chiave di lettura del ciclo come ” spurgo ” di tossine …Ma le tesi della biologa e degli altri sono cmq valide, e i testi di tanti anni fa andrebbero rivisti e revisionati, ci saranno sicuramente scienziati che sanno come fare esperimenti e li fanno all infinito eliminando tutte le illazioni e dando prove certe, riguardo a questo argomento..Per ora stiamo facendo solo un sacco di illazioni che traggono una conclusione plausibile ( tale ipotesi dei fruttariani e del ciclo o sanguinamento come non necessario) da delle ipotesi non verificate…o non REALMENTE VERIFICABILI O VERIFICATE. Non c è bisogno di offendere chi dubita di alcuni fattori e ne propone altri…proponendo un altro modo di vedere, però capisco anche che noi donne dovremmo essere le prime a capire e sperimentare, un uomo che mi viene a dire che il ciclo potrebbe non essere necessario…mah…fatto sta che le prove non le vedo, e se questo è un inizio per poi capirci meglio come funzioniamo …almeno non sottovalutiamo che sperimentare una dieta fruttariana è anche pericoloso, PERCHé ALCUNE PERSONE NON SEGUONO ALLA LETTERA nemmeno i consigli dei medici figurati se possono farlo con diete particolari, magari c è giovamento dove poi si scopre che non perdura questo tipo di giovamento. Magari seguendo una dieta eheretiana è normale provare meno dolori e uno stato fisico migliore perchè si eliminano tanti cibi grassi e non necessari anche di ” abbondanza ” spesso si mangia troppo…ma questo non vuol dire che la dieta sia efficace…ci vuole tempo e tanti studi e prove che qua non sono state fornite e che da anni gli ehretiani non forniscono basandosi solo su esperimenti ” antichi” non comprovati come dovrebbe essere …e basandosi su percentuali di ” gente che sta meglio “illusoria …ci vuole un analisi SCIENTIFICA con dati e tanti medici e scienziati che sanno come metterla in atto e ti trovano i pro e i contro…dunque trovate chi vi dà retta o provate a farlo, perchè anche il china study, e altri studi importantissimi non dicono che il fruttariano è ok…e il china study, come altri studi sono veramente legali e veritieri…e diventeranno sempre più veritieri..ma non ho sentito parlare di fruttariani ( solo di ). Cmq bello spunto, vedremo.

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Buona parte quello che ho pensato anche io…comunque le informazioni che trovo qui sono interessati.

  34. Lorenza Lullo Raw Chef
    4 maggio 2013

    Bravo, finalmente qualcuno che riporta informazioni vere.

  35. graziella02
    5 maggio 2013

    Verissimo, sono stata fruttariana per un anno e il ciclo era completamente scomparso, ora sono vegana, con abbondati cibi crudi nella dieta, il ciclo c’è ma non tutti i mesi.

  36. Valeria
    5 maggio 2013

    Meraviglioso articolo! Grazie!.. parlo x esperienza personale ..anni fa ..già SENTIVO dentro di me vera questa notizia : che si può avere la perdita dell’ ovulo senza emorragia! (e non giravano notizie su internet!).. Magiavo carne e ho avuto delle microcisti alle ovaie con dolori premestruali fortissimi.. Mi sono affidata a un medico “all’esterno di me ” e ho preso al pillola x pochi mesi perchè mi faceva stare troppo male,( gambe gonfie, mal di testa aumento di peso)..e così ho agito di testa mia :ho cambiato alimentazione nutrendomi con tanta verdura e frutta abbandonando al pillola ..
    Guarite le cisti ..pochi dolori ,poco flusso e ciclo brevissimo di max 2-3 giorni invece dei vecchi 7 -8 e soprattuttto senza dolorii a volte anche senza x mesi anche e stavo benissimooooooo! Andavi a raccontare i tuoi “esperimenti” ai ginecologhi ( ne ho cambiati 3 )inconsapevoli e poco informati che subito ti imbottivano di pillole “ormoni” x farti “tornare” il ciclo o per “regolarlo” standart come una cavia ogni 30 giorni!… e se provavi a “informarli” e che non volevi imbottirti di farmaci che causano trombosi ed altro e che stavi bene, ti snobbavano che loro avevano una “qualifica” !erano “medici” e li “stavi violentando psicologicamente”!°_° ( mi è stato risposto proprio così da una anziana ginecologa bacucca!) : D

    Siamo maestri e medici di noi stessi! secondo me dovrebbero aggiornarsi! .. I medici sono “vittime di matrix” del sistema e delle MULTINAZIONALI che devono creare la malattia con il cibo per poi ripararla VENDENDO medicine elaborate con l’ ingegneria chimica.. Si evolve..è necessario rivisitare TUTTI i testi ( di anatomia ,biologia ,genetica scientifici, religiosi ecc).. ormai passati , scritti e tramandati da persone facenti parte di un’altra epoca, stile di vita, con pochi mezzi di informazione , conoscenza ,esperienza…e soprattutto pieni di inculcazioni..
    ho avuto modo di studiare genetica …x questo ho lasciato l’ospedale e le scienze infermieristiche ..troppo strette x il mio essere…sarei morta nell’anima..; ) .. )

  37. jenny
    5 maggio 2013

    Scusate ma qualcuno di voi é medico?? Rivolgetevi ad un professionista prima di credere a tutte le cavolate che circolano in rete!!

  38. Margherita
    5 maggio 2013

    Veramente interessante questo articolo….grazie!!

  39. Vera
    6 maggio 2013

    Se le mestruazioni servono a liberarci dalle tossine, allora perché durante la gravidanza, quando sarebbe più necessario purificare l’organismo per il bene del feto, queste spariscono? Se fossero un mezzo di purificazione e non fossero legate semplicemente all’ovulazione, dovrebbero continuare anche durante la gravidanza… Invece sono la conseguenza dello sfaldarsi dell’endometrio quando l’ovulo non viene fecondato, quando cioè quella sorta di “nido” di secrezioni che l’utero ha preparato per l’eventuale ovulo fecondato viene espulso in quanto non più necessario; e l’espulsione è accompagnata da un normale sanguinamento. Mi sembra ancora la spiegazione più convincente, con tutto il mio profondo rispetto per chi pratica regimi dietetici vegani o fruttariani, perché non infliggono sofferenza agli animali, ma una cosa sono le motivazioni etiche un’altra le spiegazioni biologiche a mio parere…

    • contiandrea
      6 maggio 2013

      Piu’ la scienza porta avanti i suoi studi senza conflitti di tipo economico e piu’ scopriamo un forte legame tra fondamenti scientifici e armonia con la natura.
      Non c’è bisogno di perdere sangue perchè il sangue della mamma non rischia di intossicare quello del bambino.
      Difatti la placenta ha origine fetale e il passaggio di sangue avviene dal bambino verso la mamma (nel caso degli scarti) e non viceversa.
      La placenta si comporta da filtro di tossine per il feto.
      Purtroppo in alcuni casi il filtro non basta a causa dell’alimentazione della mamma così lontana dalla nostra vera natura di essere umano… e ce ne rendiamo conto con le tristissime patologie neonatali.
      Sia chiaro… poi ognuno la vede come vuole, ma credo che la lettura dei fenomeni fisiologici sia piu’ semplice di quanto abbiamo creduto fino ad oggi.
      Un abbraccio Vera,
      Andrea

      • Luana
        18 gennaio 2014

        Quindi la disintossicazione avviene solo al fine di preservare il bambino…Non avendo bisogno il bambino di questo durante la fase di gravidanza, la donna si tiene le sue tossine tanto non intaccano il feto? questo è il punto meno convincente della teoria per quanto mi riguarda. Anche se la questione mestruazioni come eliminazione di tossine, la sento molto molto vera.

      • contiandrea
        18 gennaio 2014

        il corpo della donna in attesa e’ impegnato nel nutrimento e nel preservare il feto… nulla di strano.

      • Luana
        19 gennaio 2014

        Grazie, mi sembra una cosa logica,non ci avevo pensato! :)

  40. Arianna Piva
    7 maggio 2013

    Fin dalla prima volta che ho letto questa teoria ho sentito immediatamente essere vera. Poi con la pratica su me stessa ho avuto le conferme.
    Quando sono passata all’igienismo vegan (solo vegan non è salutare) sono spariti i dolori mensili, certe volte (rare per fortuna) così forti da andare in ospedale o necessitare di punture…mai però così forti e frequenti da eguagliare una mia vecchia amica con endometriosi. Purtroppo non siamo più amiche e non mi ha mai presa in considerazione per certi discorsi, ma ho conosciuto altre donne guarite dai disturbi invalidanti dell’endometriosi solo grazie al veganesimo igienista. L’endometriosi è una malattia che la medicina ufficiale non sa come trattare.

    E’ molto triste non poter aiutare le persone a cui si vuole bene solo perchè “se lo dice il dottore è così e tutti gli altri sono scemi”.
    Anche solo provare potrebbe salvare molte donne dai dolori e anche da un tipo di salute pessima. Ma nessuno si mette in gioco perchè danno x scontate le teorie ufficiali e bollano come pazzi tutti gli altri che ci provano ed hanno pure successo.

    E’ così difficile mettere da parte l’orgoglio e le credenze personali? Purtroppo si, la gente non vuole ammettere che potrebbe avere appreso nella vita e negli studi idee obsolete e da rinnovare. Il cambiamento fa sempre paura, ma la paura ingiustificata porta solo alla morte…senza cambiamento o rinnovamento non si può evolvere e migliorare.
    Questo vale per ogni campo, non solo l’alimentazione.

    L’igienismo naturale non ha nulla a che vedere con l’anoressia che è una brutta malattia che deteriora la mente ed ogni singola cellula. Con l’igienismo si mira a tutto l’opposto: salute fisica (x ogni cellula), mentale e spirituale.

    Ora non mi accorgo quasi di avere il ciclo, gradualmente è diventato un terzo di prima, dolori spariti e molta serenità anche in quei giorni, grazie anche alla scoperta della coppetta mestruale. La puntualità è sempre la stessa 26-28 giorni. Ho solo qualche lieve fastidio per pochi minuti, ma con un po’ di rilassamento e respirazione consapevole passa velocemente.

    La natura non mente mai: nessun animale ha mestruazioni così abbondanti come l’essere umano odierno. Immaginiamoci come avrebbe potuto sopravvivere la donna preistorica con un flusso del genere! Non è naturale. Qualche perdita ok, ma non le cascate del Niagara!

    Non prendo un solo farmaco da 2 anni, in cui mi sono fatta solo 2 raffreddori durati 2-3 giorni dovuti ad un aumento dei farinacei e del cotto in un breve periodo.

    Ora mi sono avviata verso il fruttarismo sostenibile, anche se non ci sono ancora dentro al 100%. Voglio vedere cosa accadrà. Ma sono consapevole della nostra anatomia da fruttivori e so che non potrò che stare meglio. In ogni caso se così non fosse non avrei perso nulla. Si fa sempre in tempo a tornare indietro, ma provare spesso salva la vita o la migliora considerevolmente.

  41. nadia
    7 maggio 2013

    Interessantissimo, non fa una piega :) grazie a Andrea e a chi ha commentato in modo costruttivo pur avendo forti dubbi. Leggerò Ehret. Un caro saluto

  42. simona
    8 maggio 2013

    sono stata folgorata da questa messa in discussione ..mi chiedo se le donne primitive avessero o no il ciclo .comunque ho notato seguendo alimentazione macrobiotica un flusso di 2 giorni scarso non doloroso.Passando a dieta proteica ciclo emorragico di 1 settimana .simona mervic

    • roxy
      18 maggio 2013

      non lo so…a me la carne non piace tanto al max ne mangio qualche pezzetto ogni tanto… sono comunque onnivora, specie carboidrati. Voglio provare con la frutta per vedere se funziona perche’ il mio di “ciclo” (doloroso e con emicranie) dura anche settimane con pause di qualche giorno!!!! solo la pillola aiuta un po’ ma il mal di testa costante e’ tremendo! …ora che c’e’ questa possibilita’ vedro’ se trovo un doc che mi aiuta e assiste in maniera intelligente. grazie cmq per le informazioni che suscitano dubbi e domande.

      • contiandrea
        18 maggio 2013

        Roxi ti sconsiglio vivamente di iniziare in modo sconsiderato con la frutta.
        Ti consiglio di approfondire lo studio del Fruttarismo SOSTENIBILE.
        Cerca su google e su youtube.
        Un abbraccio

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Anche io mi sono chiesta la stessa cosa sulle donne primitive. Deduco che cacciando anche le popolazioni primitive, quindi avendo assunto ad un certo punto carne, anche loro avessero il ciclo, tenendo conto di quello che è riportato nell’articolo. Sicuramente essendo sia la carne animale di cui si nutrivano, sia frutta, verdura , terreno, aria non contaminati, avevano un ciclo meno abbondante di quello che abbiamo noi donne moderne, perché se si parla di eliminare intossicazioni, c’è da parlare non solo di quelle alimentari ma anche di quelle ambientali …sempre per deduzione. Il che sarebbe anche logico per la sopravvivenza. Se ci si pensa un attimo è chiaro che sindromi come quella premestruale e mestruazioni abbondanti, non sono proprio compatibili con la sopravvivenza, sopratutto in quel periodo…Pensa una donna primitiva con tutti questi disturbi come faceva ad evitare aggressioni, a difendere i piccoli ad esempio. Simona, come mai hai deciso di ripassare ad una dieta proteica?

  43. Veronica
    12 maggio 2013

    Io seguo il regime alimentare del Dottor Piero Mozzi, ognuno si nutre in maniera diversa secondo il proprio sistema immunitario e propri problemi di salute ,rispettando anche alcune combinazioni alimentari.. il regime alimentare non puo’ essere uguale per tutti e la frutta non fa bene come dicono molti anzi crea anche quella molti problemi..
    Consiglio vivamente di seguire il Dottor Piero Mozzi e se seguito bene si arriva anche a quello di cui parla l’ articolo e non solo,anche a guarigione di tanti altri gravi problemi..
    Sconsiglio invece vivamente di seguire tutti la stessa identica dieta perche’ e’ individuale per ognuno e il nostro corpo lo sa ..dobbiamo solo ascoltarlo senza metterci in testa alcun dogma

  44. Veronica
    12 maggio 2013

    A me enon solo a me prendere fruttanonfa bene,da’stanchezza agitazione ecc il fruttosio e’ tanto dannoso quanto latticini cereali e cibi raffinati , causa disfunzioni alla tiroide e alimenta cancri e sesi ha endometriosi non bisognerebbe assumerlo in nessuna forma lo zucchero , poi se uno non ha nulla magari un frutto tra quelli che si riescono a tollerare ma agli appartenenti ai gruppi sanguigni zerocausa anche problemi alle articolazioni.. sonomiti da sfatare quelli che la frutta vada sempre e cmq bene

    • contiandrea
      13 maggio 2013

      Potresti darmi dimostrazioni scientifiche del perchè il fruttosio sia dannoso per l’uomo quanto latticini cereali e cibi raffinati?
      Ti ho linkato diversi articoli poco fa, ma credo tu non ne abbia letto nemmeno uno.
      Potresti farmi un favore?
      Cerchiamo di essere piu’ scientifici.
      Confutami solo queste 2 tesi che si basano su studi scientifici con altrettanti studi scientifici. http://contiandrea.wordpress.com/2013/01/31/fruttarismo-sostenibile-vs-fruttarismo-sconsiderato/
      http://contiandrea.wordpress.com/2012/12/08/la-mela-ritorno-alleden-parte-ii/

      Riguardo gli studi sui nostri antenati ti ho già risposto poco prima.
      Ti invito a leggere Progetto3M – Specie Umana, altrimenti di che cosa stiamo parlando?
      Grazie

      • Veronica
        13 maggio 2013

        Per prima cosa lo sento su di me sul mio corpo l’effetto che mi fa,cioe’ negativo, e per il resto invito te e ed altri ad informarsi sul Dottor Mozzi sono studi suoi fatti con i pazienti che ha avuto in cura .. io ne sono un esempio come molti altri.

      • Veronica
        13 maggio 2013

        Ps.
        Ovviamente non sono studi fatti solo da Mozzi e riscontri dei pazienti,anche altri dottori parlano di quanto anche il fruttosia sia dannoso, la prima cosa e sempre e comunque provare sul proprio corpo e sentire l’effetto.

      • veronica
        13 maggio 2013

        vi lascio un video interessante, parla anche del fruttosio

        ma ce n sono tanti interessanti
        http://www.youtube.com/watch?v=m9P3NCq-CAc

        anche qui altri parlano del fruttosio che non è uno zucchero innocente
        http://www.bibliotecapleyades.net/salud/salud_defeatcancer135.htm

        ovunque si può trovare qualcosa d’interessante ma come ripeto la più importante è sentirlo sul proprio corpo, io lo sento sul mio , vedo il riscontro, voi state attenti sul vostro .

      • contiandrea
        13 maggio 2013

        P.s. quel video lo avevo già visionato tempo fa… parla di tutto tranne che dello zucchero elettivo per l’uomo (fruttosio).

        Per il resto abbiamo già detto tutto… gli studi del Dott. Mozzi non analizzano nè contemplano la Anatomia comparata, la biochimica, la fisiologia comparata, la paleoantropologia moderna, nè molti altri studi presenti nel testo Progetto3M.

      • contiandrea
        13 maggio 2013

        Conosco bene gli studi del Dott. Mozzi e ti ho già risposto a riguardo… lui va a ricercare nel passato la linea evolutiva legata al proprio codice genetico e quindi a quale cibo ci si è adattati di piu’. Non è sbagliato il suo ragionamento, ma peccato non vada a ricercare il cibo elettivo della specie umana.
        Sul fruttosio ti ho già risposto con i link sopra.

        P.S. credo che tu quando ti riferisci al fruttosio lo associ senza distinguo a tutta la frutta in generale. Ti consiglio per l’ennesima volta di approfondire Specie Umana – Progetto3M http://specieumanaprogetto3m.blogspot.it/

  45. Veronica
    12 maggio 2013

    Per il fatto degli umani e le ricerche riguardo i resti degli antenati scimmie devo dissentire, c’e’ un particolare che differenzia alcuni umani da altri e la discendenza, il fattore rh negativo assente in una minoranza della popolazione e nell’altra invece presente e in parte discendono da uno 0 negativo e altri ne discendono totalmente.

  46. Veronica
    14 maggio 2013

    Non lo conosci per niente e non li conosci per niente i link che ho linkato altrimenti non diresti cosi’ perche’ ne parlano eccome e non stai ascoltando neanche me diretta interessata che losente sul suo corpo l’effetto negativo.. credi di essere molto furbo e credi che gli altri siano stupidi evidentemente e non badi alla salute della gente ma per partito preso o per interessi economici..

    • Veronica
      14 maggio 2013

      E riguardo cio’ che ha ricercato Mozzi gia’ e’ un vero peccato che abbia guarito migliaia di gente tra cui me ..si un vero peccato per le multinazionali……..

      • ade
        14 maggio 2013

        a parte che qui quella che non ascolta sei tu….mai sentito parlare dell’effetto placebo? ci sono studi su bambini guariti da malattie terminali solo perchè gli hanno detto che stavano guarendo, non mi stupirei se queste guarigioni arrivassero in gran parte da quello.
        andrea ti sta ripetendo che quel metodo non sbaglia del tutto, ma bisognerebbe risalire a alimentazioni ancora più antiche di quelle che l’uomo ha dovuto scegliere PER ADATTARSI AI CAMBIAMENTI DELL’AMBIENTE, visto che l’alternativa era estinguersi….
        meglio ciò a cui ci siamo (più o meno) abituati per sopravvivere, o meglio quello che da sempre è più adatto per il nostro corpo??

        e il commento sulle multinazionali è davvero stupido, mi pare che anche qui si stia promuovendo un’alimentazione libera dal commercio capitalista e dalle medicine della scienza tradizionale, quindi…

      • contiandrea
        14 maggio 2013

        Guarda Veronica sappi una cosa non ho mai dovuto rispondere in questo modo a nessuno, ma credo che tu stia facendo pubblicità a te stessa e a non so chi altro.
        Non è costruttivo questo dialogo. Sembra più puerile che altro.
        Direi che hai esposto abbastanza chiaramente il tuo amore verso il Dott. Mozzi che da un anno a questa parte ho studiato a fondo.
        Ti ho già detto quali sono i lati positivi del suo studio. Ti ho pure detto quale è il suo limite secondo me.
        Se poi per te il massimo potenziale umano è non ammalarsi di tumore perchè si mangia cibo da adattamento secondo il proprio gruppo sanguigno, beh ti dico che abbiamo 2 concetti diversi di massimo potenziale umano.
        Se avessi letto uno dei link che ti ho sopra riportato non saremmo stati entrambi così ripetitivi.
        Saluti a te e al dott. Mozzi,
        Andrea

  47. Lolly
    14 maggio 2013

    Interessante.
    Io sono vegetariana da un anno e qualche mese.
    Premetto che non ero una gran mangiona di carne, ma sì me ne sono cibata, come tanti continuano a fare.
    Detto questo sono sempre stata sotto peso, lo sono ancora adesso. A me il ciclo va via per via dell’ovaio micropolicistico di cui soffro da anni. Ammetto che il mio regime alimentare dovrebbe prendere una piega differente, nel senso che avrei bisogno di una nutrizionista, però in questi ultimi mesi sto facendo anche una cura con degli integratori prescrittimi dalla ginecologa e devo dire che il ciclo è tornato ad essere abbastanza puntuale. Non so se è il fatto che ho eliminato la carne, ormai non bevo nemmeno più il latte perchè inizia a farmi schifo e l’ho sostituito con bevande di riso o nocciola..però ho visto un lieve miglioramento. Mi chiedo dunque cosa devono fare quelle donne che come me soffrono di ovaie micropolicistiche, visto che comunque continua ad avere queste cisti odiose!
    Concludendo, non ho mai avuto cicli molto dolorosi, a volte mi può succedere per i primi due giorni, ma poi passa tutto!
    Lolly

    • contiandrea
      14 maggio 2013

      Confrontati col tuo medico.
      Il mio punto di vista è che gli ovai policistici come tutte le patologie simili (inclusi tumori) sono legate ad uno stato di acidosi ematica (tra le tante fonti puoi trovare un vecchio Premio Nobel: Otto Warburg).
      Per regolarizzare il ph va tenuta un’alimentazione naturale (delle origini dell’uomo).
      Chi ci ha progettati prevedeva un pH tutt’altro che acido…
      Il ciclo nel tuo caso non va via perchè sei pulita, ma come dico nell’articolo per motivi totalmente opposti.
      Un abbraccio cara e in bocca al lupo.

      • Manuela
        15 maggio 2013

        Ho trovato l articolo molto interessante partiro’ immediatamente con una dieta che dovrebbe avere dirette conseguenze con il flusso mestruale a quanto dice l articolo. Vi faro’ sapere. L intuito mi dice che potrebbe essere una strada percorribile. Ha un senso. Ho appena finito l esame di anatomia e fisiologia II e la perdita dello stratum functionalis (scusate non conosco il termine in italiano) non mi ha convinto che dovesse essere accompagnato da un emorragia. Mah….vi faro’ sapere. Sono vegana da poco tempo ho letto tantissimi libri in nutrizione compreso Dr.Cambell, Prof. Ehret , Dr. Kousmine etc…..finito il master che ho cominciato ora ne intraprendero’ uno in nutrizione e dietetica vegetariana, questo per dire che vedo un grande futuro per l umanita’ sia spirituale che fisiologico cambiando le basi dell alimentazione. Grazie Andrea per gli articoli e i tanti link interessanti.

      • contiandrea
        15 maggio 2013

        Manuela se non hai letto il testo pdf Specie Umana – Progetto 3M non puoi avere le idee chiare.
        Qui non si parla di fruttarismo improvvisato (mangiare tutta la frutta che ti piace) ma di fruttarismo sostenibile (la scientificità è importante).
        Inoltre mi sento di dirti di fare ciò che senti, ma di farlo con attenzione, gradualità e tenendo sotto controllo i tuoi valori… senza escludere peso e pH urinario.
        Ciao

  48. druais
    16 maggio 2013

    Interessante senz’altro, avevo sentito parlare della
    storia del muco a proposito del, raffreddore, si consigliava evitare latticini e derivati per evitare il suo incremento.
    Però non capisco una cosa: il ciclo mestruale scompare con la dieta senza muco
    e la menopausa accade perchè il corpo è saturo dal muco.
    Come si fa allora a capire quando è arrivata la menopausa senza ciclo mestruale,
    Personalmente sono in menopausa da 7 anni eppure ogni tanto mi dolgono i seni pure induritosi,
    grazie

    • Luana
      18 gennaio 2014

      Infatti, se non ho capito male, seguendo questa alimentazione e scomparendo le mestruazioni e non essendoci saturazione del muco, arriveresti ad avere una menopausa oltre i 90 anni. Non ti dovendosi inoltre preoccupare dei “classici” disturbi che la “menopausa moderna” comporta, quindi non hai bisogno di sapere se sei entrata in menopausa… e comunque penso che ascoltando il proprio corpo te ne accorgeresti comunque.

  49. Lucertola
    18 maggio 2013

    Sembra che le storie riportate qui sopra potrebbero non essere vere. Vengono citati scritti che dichiarano che gli Hunzas non fossero poi così sani….(vedi sotto, semplicemente riportato da Wikipedia, che trasmette solo una parte e andrebbe comunque sempre verificata). Tutte le popolazioni della terra hanno fatto diete poverissime di proteine animali fino più o meno all’epoca della rivoluzione industriale. E soffrivano di tante altre patologie. Forse il giusto equilibrio e il buon senso sono la cosa migliore ???? Dr. John Clark sembra che abbia curato 5684 Hunza, con una popolazione complessiva di meno di circa 90 000 anime. Enorme.
    ——————————————————————————————————-

    Healthy living advocate J.I. Rodale wrote a book called The Healthy Hunzas in 1955 that asserted that the Hunzas, noted for their longevity and many centenarians, were long-lived because of their consumption of healthy organic foods such as dried apricots and almonds, as well as them getting plenty of fresh air and exercise.[20] He often mentioned them in his Prevention magazine as exemplary of the benefits of leading a healthy live style.

    Dr. John Clark stayed among the Hunza people for 20 months and in his book Hunza – Lost Kingdom of the Himalayas[21] writes: “I wish also to express my regrets to those travelers whose impressions have been contradicted by my experience. On my first trip through Hunza, I acquired almost all the misconceptions they did: The Healthy Hunzas, the Democratic Court, The Land Where There Are No Poor, and the rest—and only long-continued living in Hunza revealed the actual situations”. Regarding the misconception about Hunza people’s health, John Clark also writes that most of patients had malaria, dysentery, worms, trachoma, and other things easily diagnosed and quickly treated; in his first two trips he treated 5,684 patients.

    • contiandrea
      19 maggio 2013

      Ho riportato informazioni che chiunque può leggere nel testo di Ralph Bircher, ma c’è anche un altro medico che ha studiato gli Hunza: il Dott. Mac Carrison (1920 circa)
      http://www.globaldialoguefoundation.org/files/41.pdf

      Il dr. Clark ha visitato gli Hunza nel 1955 (!!!), ovvero diverse decine di anni dopo Ralph Bircher e il dott. Mac Carrison, in concomitanza con la deviazione dal loro sano stile di vita naturale (la globalizzazione aveva contagiato anche quel posto)… quindi è assolutamente normale aver trovato una situazione del tutto differente.

  50. Sabrina Mura
    22 maggio 2013

    mi sembra alquanto azzardato il tutto..tant è che intossicazione o no, se una haproblemi ormonali le mestruazioni non le vengono…manco se deve spurgare tossine

  51. Silvana
    10 luglio 2013

    Per secoli gli esseri umani hanno mantenuto un’alimentazione molto povera di grassi animali, eppure le donne hanno sempre avuto perdite di sangue associate al ciclo mestruale. Non di meno, le femmine di altri mammiferi (chiunque abba in casa una cagnetta fertile può testimoniarlo) perdono sangue periodicamente. Queste argomentazioni dovrebbero bastare quanto meno a farvi sorgere qualche dubbio…

    • contiandrea
      11 luglio 2013

      parli di animali domestici… che non mangiano il loro cibo elettivo NATURALE…
      Inoltre la specie umana ha milioni di anni di vita e pare che la paleoantropologia confermi quanto esposto in questo articolo.
      buona vita

  52. manu
    9 agosto 2013

    Andrea metti la fonte di questo articolo bene in vista, il sito di disinformazione.it con il link è perduto tra commenti vari, mi sembra che per correttezza sia meglio scrivere da dove hai preso l’articolo…… grazie della divulgazione!

    • contiandrea
      9 agosto 2013

      Manuela… ho inserito il link al tuo articolo nei commenti perchè sono diversi i due articoli nonostante abbia ripreso le frasi di alcuni celebri igienisti.
      Aggiungerò la sezione Per approfondire con il tuo articolo in fondo.
      Chiaramente sono grato a te e a tutti i ricercatori coraggiosi che vanno contro corrente con sano discernimento.
      è nell’unione di intenti e nella collaborazione che possediamo la chiave per penetrare nei cuori delle persone.
      Anche nel testo Progetto3m si parla in modo molto molto approfondito di questa tematica.
      Grazie…
      Un abbraccio

      • manu
        16 agosto 2013

        Grazie sei stato gentile, sono d’accordo con te, è nella collaborazione la chiave. cerco il testo del progetto3m son curiosa..
        Un abbraccio

  53. serena
    13 agosto 2013

    Sono daccordissimo con quanto si esprime in questo blog sulla questione -mestruazioni-,la maggior parte delle persone e’ cieca, e non ha ideea di quanti siano gli errori della societa’ moderna ,e anche le congetture errate della medicina moderna.
    Quel che dice Andrea lo diceva gia’ al tempo medievale Santa Ildegarda…l’uomo per purificarsi da un’alimentazione malsana ed errata,necessita di una dieta a base di frutta e verdura,e di DIGIUNI prolungati,con l’integrazione di zuppe di farro o verdure.
    IL Farro secondo Ildegarda (che e’ una Santa e aveva queste rivelazioni da DIO stesso) e’ l’alimento curativo piu’ potente al mondo, cura malattie inguaribili come la sclerosi multipla ,tumori ,infiammazioni croniche, psoriasi, cancro,gotta,eccecc..ed e’ il piu’ digeribile fra tutti i cereali.La farina e’ dannosissima ad esempio per il nostro fisico..L’uomo malato lo e’ a causa proprio della sua ignoranza alimentare…e disinformazione.
    Quindi ben venga una dieta fruttiana e tutti i benefici che essa possa apportare.

    Facendo il digiuno non si muore ci si depure e si riacquista la salute!!!!
    Gente malata di ulcere da diabete agli arti inferiori dopo 1 mese di digiuno a base di farro e’ guarita da entrambe!!!
    Informatevi…

  54. Delia
    13 agosto 2013

    La Domanda mi sorge spontanea: se questo accumulo di tossine viene eliminato così dalla donna, l’uomo come si depurerebbe? A breve inizierà a soffrire di emorragie alle orecchie?

    • contiandrea
      14 agosto 2013

      Delia, l’uomo compensa l’acidosi senza aiuti di nessun tipo (non avendo la pulizia che ha la donna mensilmente attraverso il mestruo)…
      ecco perchè perde i capelli molto piu’ facilmente della donna tanto per fare un esempio (sintomo di demineralizzazione).

  55. Anouk
    14 agosto 2013

    Posso testimoniare l’alterazione del flusso e consistenza delle perdite mestruali in presenza di grave intossicazione e sono la prima ad essere contro le sostanze tossiche visto che sono affetta da mcs, e “vegana” quasi crudista, ma anche nelle antiche popolazioni si verificavano perdite ematiche tanto che entravano a far parte di determinati rituali, anche se a pensarci bene erano popolazioni che si nutrivano anche di animali.

  56. faniarte
    25 agosto 2013

    articolo fantastico!

  57. matteo
    28 agosto 2013

    ciao andrea! Io sono vegano e leggendo i vostri commenti ho letto più volte che la dieta solo vegan non fa bene cosa intendete?

    • contiandrea
      30 agosto 2013

      Il veganesimo è un ottimo punto di arrivo… ma se ci vogliamo avvicinare alle nostre vere origini ed abbattere al 100% le cause delle piu’ svariate patologie dobbiamo avvicinarci sempre piu’ al fruttarismo sostenibile.
      Il veganesimo contempla troppi cibi non adatti alla specie umana. Tanto per fare degli esempi cibo per uccelli (grano e farinacei vari), cibo per semivori (semi vari), cibo per erbivori (erbe non frutta ortaggio).

  58. anna
    29 agosto 2013

    Sulla base della mia esperienza posso confermare ..da quando sono diventata vegana il mio ciclo si è ridotto da 6-7 gg a 3-4 gg e, inoltre, non soffro più quei tremendi dolori mestruali che mi costringevano ad assumere forti antidolorifici.

  59. mali
    25 settembre 2013

    Tutto molto interessante e per certi inclinazioni, logico.
    Ma allora mi chiedo, perchè nelle anoressiche il ciclo mestruale sparisce per mesi o addirittura per anni quando queste persone non mangiano più nulla e aggravanno tutto il proprio organismo?

    • contiandrea
      25 settembre 2013

      E’ spiegata nell’articolo la differenza tra mancanza di ciclo per motivi di mancanza di salute e tra assenza/scarsità di mestruazioni in una persona sana.

  60. sere
    30 settembre 2013

    Ho bisogno di una spiegazione: dopo aver eseguito una dieta quasi crudista con l’aggiunta di farina di farro e segale,eun po di pesce,ed aver eliminato tutto dallo zucchero ,alla carne,ai condimenti,il primo mese ho constatato che il mio ciclo era davvero migliorato niente dolori e pochissimo flusso per 2 gg,il mese successivo ho poi aggiunto 5 gg di digiuno per purificarmi meglio ed il ciclo e’ quasi saltato,niente dolori e qualche goccia per 2 gg,meravigliosoooo pensavo.
    Per una settimana poi pero’ sono andata in ferie al mare ed ho dovuto mangiare qualche piatto con farina normale e condimenti ovviamente! Ho mangiato anche dei gelati, ed una volta tornato il ciclo ho avvertito piu’ dolori alla testa ma il flusso era rimasto sempre scarso…arrivo alla mia domanda dopo aver ripreso la mia dieta quasi crudista per un altro mese ieri mi e’ arrivato il ciclo senza dolori ma con cosi’ tanto flusso che non mi capacito proprio da dove possa venire…non mi era mai successo cosi’ tanto!Ho pensato non e’ che e’ il rimanente non espulso i mesi precedenti???? E se ho mangiato quasi crudista perché e’ comparso un flusso cosi’ abbondante che nemmeno dopo la vancanza al mare. avevo avuto????La mia alimentazione e’ veramente limitata carote e alive condite con il limone, noci e mandorle e piadina fatta di segale o farro ,melanzane zucchine cetrioli ,peperoni dell’orto…e frutta uva del mio campo ,pere e mele idem,a volonta’.
    Quindi perché si e’ ripresentato un ciclo cosi’ abbondante,anche s esenza dolori???

    • contiandrea
      1 ottobre 2013

      E’ quel “quasi crudista” che frega molte persone.
      Come dire “quasi fruttariano”. Probabilmente ha inciso molto inizialmente nella diminuzione del mestruo la dimuinuzione del cibo assunto e l’eliminazione di certi tipi di tossine.
      Come reintegri i farinacei (che sono la peggior droga anche a causa del glutine) è come fare 5 passi indietro lungo il percorso.
      E te ne sei accorta anche tu :-)

  61. Gianluca
    22 ottobre 2013

    E’ da tempo che anche io mi sto interessando di alimentazione. Tutto è nato in seguito alla mia prostatite cronica diagnosticata più di 3 anni fa. Ho 28 anni. Ho provato mille modi per debellarla e per riacquistare quel vigore e quella forza che prima avevo. Mi sono avvicinato a vari metodi Ereth, valdo Vaccaro, e in ultimo sto leggendo la dieta del Dott. Piero Mozzi. E’ difficile abbandonare del tutto le abitudini alimentari che fin da piccolo mi hanno inculcato. Ho eliminato latte e i latticini li consumo sporadicamente, ho eliminato la pasta e mangio 3 frutti al giorno, e non faccio colazione. Dimenticavo anche un aspetto importante, soffro di colon irritabile e ho notato che se consumo troppa frutta e verdura cruda mi si infiamma il colon con forti fitte e crampi!!!Come posso fare? Grazie e complimenti per l’articolo!! Ciao

    • contiandrea
      22 ottobre 2013

      Trovi le risposte che cerchi all’interno del libro Progetto3M pdf gratuito in rete.
      A volte alcuni ortaggi crudi possono dare problemi, in quel caso o li cuoci al vapore o li scotti sulla piastra.
      Evita le verdure che sono per le capre :) eheh
      un abbraccio

  62. aliceatticroom
    11 novembre 2013

    Ciao Andrea, ho trovato questo articolo molto interessante. Ti spiego la mia situazione e spero potrai darmi un chiarimento. Ho cominciato la dieta del dottor Mozzi a gennaio e da allora non ho più avuto le mestruazioni. Non mangio nè cereali nè latticini. Mangio però molta carne e pesce. Nell’articolo sembra che le diete proteiche siano un pò demonizzate, mi è parso di capire che si consiglia una dieta crudista-vegetariana. La domanda è: se le mestruazioni sono sintomo di intossicazione, perchè io che mangio carne tutti i giorni non le ho? Ciao e grazie per l’eventuale risposta :)

    • contiandrea
      11 novembre 2013

      credo tu non abbia letto con attenzione l’articolo…

  63. Cristiana
    19 novembre 2013

    Salve, dove posso trovare un elenco di medici a Roma e dintorni validi per diventare fruttariana? sono d’accordo con la non improvvisazione, ho letto i vari articoli, e mi rendo conto dell’importanza di fare le cose cum grano salis, non mangio carne da decenni, e ho sempre avuto grande attrazione per la frutta, ci vuole quindi un esperto che possa guidare alla transizione -fase iniziale o delle linee guida per cominciare .. Grazie, ottimo blog!

  64. sofia
    18 dicembre 2013

    Cosa devo mangiare perché non mi vengano più quei dolori mestruali e non mi esca più così tanto sangue ahh e un altra domanda se seguo i vostri consigli non e che rischio di restare non fertile è una domanda, cosa mi consigliate di mangiare?

  65. STEFANIA DE SIMONE
    8 gennaio 2014

    Ciao a tutti, volevo testimoniare in breve il mio percorso di fruttarismo sostenibile… iniziata il 1°settembre 2013… prima ero “fruttariana fai da me”… e aggiungo stavo meglio di quando ero onnivora/vegetariana/vegancrudista ma non come nel fruttarismo sostenibile NON C’E’ PARAGONE.. cmq andando al dunque, miglioramenti? Potrei scrivere un papiro… soffrivo di forti emicranee tanto che spesso andavo al pronto soccorso… soffrivo di abbondate ciclo mestru piu’ fortissimi dolori e mi durava 8gg e anche qui spesso al pronto soccorso, problemi di sonno (difficoltá ad addormentarmi e ad alzarmi), apatia… sempre raffreddori e febbri… ORA SPARITO TUTTO CON IL FRUTTARISMO SOSTENIBILE… sono stracontenta di come sta andando il mio percorso sempre meglio… 3M ti ringrazio!!
    Gia dalla prima settimana problemi a stomaco (da quando avevo 3 anni avevo problemi si stomaco gastriti vomito e ecc) e mal di testa spariti totalmente, per quanto riguarda le mestru il mese dopo mi son ridotte di colpo a 3gg senza dolore…

  66. monica
    17 gennaio 2014

    Nell’articolo sugli Hunza si dice ‘Coltivano orzo frumento, miglio, grano saraceno e la verdura da orto: pomodori, cavoli, spinaci, rape, piselli e avevano numerosi gli alberi di noci e albicocche, mele, ciliegie, more, pesche, pere e melograni. Fino a marzo però, quando matura l’orzo, digiunano anche per settimane intere (fino a due mesi in semi digiuno) per poter razionare i pochi viveri rimasti in attesa del primo raccolto.’

    Orzo, frumento, miglio sono cereali e il grano saraceno ha proprietà simili ai cereali. Quindi non vivono di sola frutta e verdura. E vivono a lungo. Boh c’è qualcosa che non torna..
    qualcuno riesce a spiegarmelo?

    • contiandrea
      17 gennaio 2014

      Monica non c’è nulla da spiegare: vivono a lungo con una dieta quasi esclusivamente vegana.
      Quindi piu’ ci si avvicina alla propria alimentazione elettiva (fruttarismo sostenibile) e migliori saranno i risultati.
      Chiaramente non oso immaginare i risultati per una civiltá che vivesse del cibo compatibile con la propria anatomia, fisiologia, morfologia. :-)

      • monica
        18 gennaio 2014

        Si ma loro vivono a lungo perché mangiano cereali, verdura, frutti sostanzialmente non tropicali, digiuno. Non dicono ‘vivono di frutta’. Praticamente mangiano macrobiotico.

      • contiandrea
        18 gennaio 2014

        Tu pensa se fossero fruttariani sostenibili!
        Il loro vero grande vantaggio era nel non esser succubi dei neuroni specchio.
        -ad oggi conosco fruttariani vittime dei neuroni specchio stimolati da una società malata.
        La soluzione e’ circondarsi di energie sane in famiglia e nelle amicizie… 3M spiega bene come.

      • monica
        18 gennaio 2014

        No ma, non puoi darmi una risposta del genere. Non puoi dire pensa se fossero fruttariani. La dieta che seguono loro funziona alla grande. E non sono fruttariani. Punto. Quindi i cereali sono una parte importante. Se non lo fosse si ammalerebbero. Quello che fanno loro mi sembra molto lontano dall’essere fruttariani. Quindi la logica è che loro seguendo questa dieta stanno benissimo. E non ho mai sentito parlare di fruttariani così longevi. Questa dieta funziona più di quella dei fruttariani insomma.

  67. dian87nika
    18 gennaio 2014

    Potreste studiare per favore la biologia umana? Non siamo pecore. Grazie!
    Inoltre, se un corpo non ha energie, non può permettersi di creare una nuova vita né di farla proseguire (conta che solo per allattare ci vogliono 500 calorie in più nella dieta)

    Un’onnivora con una dieta bilanciata per la propria specie che non ha mai subito dolori dovuti a mestruazioni e che è la mamma di una splendida bimba che sta ancora allattando ^_^

    • contiandrea
      18 gennaio 2014

      ahhaahhaha
      ma allora non hai letto niente di quello che abbiamo scritto… :D
      Sai che nella biologia rientrano anche anatomia comparata fisiologia comparata e morfologia funzionale comparata che sono sicuro tu conosca molto bene!
      Quindi ti ringrazio per aver sottolineato un concetto che abbiamo evidenziato cosi tante volte: non abbiamo unarbivora, ma una struttura anatomofisiologica fruttivora.
      Un abbraccio :-)

      • dian87nika
        19 gennaio 2014

        Lo stesso vale per il fruttivoro… non siamo ghiandaie.
        Tornate a studiare, va’… va’…
        E ricordate che nei pittogrammi rupestri le persone non raccolgono frutta e non giocano a darsela con gli animali ^_^

      • dian87nika
        19 gennaio 2014

        Inoltre, le pecore sono state inserite non come esempio di alimentazione, ma in quanto il loro miometrio viene riassorbito alla termine del ciclo, causando l’assenza di mestruo

  68. barbara
    20 gennaio 2014

    mi domando se non mangi bio come non fa a intossicarsi il tuo organismo con quanti pesticidi,diserbanti e concimi chimici e soprattutto gli ormoni che danno alla frutta per farla diventare bella grande…ecc.ecc.forse una volta era diverso quando non esistevano i veleni, ma adesso il tuo corpo sara’ comunque in condizioni di stress e in continua disintossicazione anche da vegetariano.che ne pensi?

  69. Salvio
    30 gennaio 2014

    Questo articolo è la morte del metodo scientifico e parla di gente che è morta male altro che igienismo…

    Ai fruttariani con il tempo gli si staccano i denti, quindi non capisco cosa voglia dimostrare questa accozzaglia di disinformazione.

    Intanto con la paleodieta opportunamente modificata io arresto mali come la psoriasi e la sindrome metabolica in generale, e la gente non se ne va in giro sembrando malaticcia anzi…

    Andiamo con i la logica. I gorilla hanno colon più grande del piccolo intestino, e questo fa si che possano fermentare la fibra meglio di noi. Ma il prodotto della fermentazione sono acidi grassi a corta catena, quindi un gorilla unito agli insetti che mangia, segue una dieta ricchissima di grassi e proteine, altro che a base di fibra.

    Un essere umano ha il torace più grande dell’addome, poichè i suoi intetsini sono molto corti se paragonati a quelli di alktri primati, proprio perchè è da oltre due milioni di anni che si nustre di proteine e grassi in grandi quantità.

    Recenti teorie dimostrano che nel mesolitico si avevano problemi con il lattosio e l’amido non con le proteine animali per le quali siamo forgiati.

    Ma sono sicuro che non farai pubblicare quetso post quindi inutile perdere tempo a scrivere dati scientifici e non congetture…

    • contiandrea
      31 gennaio 2014

      Salvio, ma sai cosa sia il FRUTTARISMO SOSTENIBILE?
      Hai mai letto Progetto 3 M? :)
      Un abbraccio

  70. Salvio
    31 gennaio 2014

    Io leggo articoli scientifici non baggianate e il Fruttarismo non è sostenibile da un organismo animale.

    Ricambio…

    • contiandrea
      31 gennaio 2014

      Ok Salvio, grazie per aver espresso la tua opinione.
      Bisognerebbe spiegarlo a tutte le specie animali dall’anatomia, morfologia e fisiologia fruttariana.
      Mi spiace che tu non abbia avuto l’opportunità di leggere progetto3M.
      Buona giornata :)

  71. Salvio
    3 febbraio 2014

    Aspè la tua è una opinione, la mia un fatto certo, visto che chi pratica il fruttarismo dopo un pò si verificano, per stessa ammissione di fruttariani pentiti, la perdita dei denti e altri segni di instabilità metabolica come l’aumento della glicemia.

    Ottimo andiamo ad analizzare i primati:

    Scimpanzè:fruttariani ma appena possono mangiano insetti e organizzano battute di caccia per uccidere piccoli maialini.

    Gorilla: mangiano tanta verudra ma il colon molto grande fa faermentare tutto con il risultato che di fatto si nutrono di un grande quantità di acidi grassi saturi a catena corta.

    L’essere umano ha il colo molto più corto e piccolo del loro e assimila solo nella parte distale dell’intestino, quindi paragonato a loro è praticamente un carnivoro.

    Inoltre 2 milioni di anni di evoluzione, scaiscono che siamo adatti alla carne.

    Non leggo progetti inutili e propagandistici, ma mi attengo alla scienza, basata sui fatti e non sulle opinioni.

    • contiandrea
      3 febbraio 2014

      Grazie per aver ribadito la tua precedente opinione, parzialmente vera: difatti col fruttarismo sconsiderato molta gente in passato ha avuto danni.
      Proprio per questo è nato il Fruttarismo Sostenibile di Progetto3M, con il quale tutti coloro che avevano problemi ai denti (e non solo) sono guariti totalmente.
      Riguardo il fatto che al gorilla (notoriamente fruttariano in abbondanza di frutta) fermenti la verdura che è cibo per erbivori, non ci dici nulla di nuovo :) .
      Poi se vuoi confondere l’involuzione con l’evoluzione fai tu… rispetto la tua opinione.
      Solamente mi chiedo come mai tu venga a disturbare qui con tesi astruse se non sei d’accordo con certe visioni.
      Esistono infiniti siti sull’onnivorismo, sulla PaleoDiet, sui gruppi sanguigni… perchè scrivere qui se non hai mai nemmeno letto Progetto3M? Se lo ritieni una baggianata perchè devi farci perdere tempo? :-)
      Buona vita :D

  72. Sonia Cristofori
    20 febbraio 2014

    Come si affronta questo tipo di alimentazione partendo da una situazione di sottopeso notevole e colon irritabile che non tollera troppi vegetali crudi? Io ho provato per qualche mese poi ho dovuto smettere causa forti coliche, diarrea, gonfiore esagerato e costante e soprattutto chili che se ne andavano dalle mie già scarnificate membra….

    • contiandrea
      20 febbraio 2014

      Consiglio di leggere Progetto3M per capire di che tipo di alimentazione si tratta… lì si consiglia di fare una lenta transizione dai cibi cotti (MDA) all’F1-f”-F3.
      Un abbraccio

  73. contiandrea
    14 marzo 2014

    Per chiarire ulteriormente le idee:

    In natura animali che si cibano esclusivamente del loro cibo specie specifico non hanno perdite di sangue.

    Le scimmie presentano un ciclo mensile come il nostro, ma se si nutrono di sola frutta (il loro cibo elettivo) hanno un ciclo silente (senza perdita di sangue)
    Perdono pochissime gocce di sangue solo quando oltre alla frutta si cibano di erbe, verdure, bacche, semi, insetti ecc…

    Tutti gli altri animali hanno l’ESTRO, 2 volte l’anno di media. Anche loro perdono pochissime gocce solo se si allontanano dal loro cibo elettivo.

    IN NATURA TUTTI GLI ANIMALI CHE SI NUTRONO DEL LORO CIBO ELETTIVO HANNO UN CICLO SILENTE.

    In ogni caso, anche quando ci si allontana dal cibo elettivo nessuna specie animale arriva ad avere l’emorragia (50-80 ml di sangue) che presenta ESCLUSIVAMENTE la femmina della specie umana, ma al massimo presentano una perdita di rarissime gocce di sangue.

    Il motivo è legato al fatto che siamo la specie animale con fabbisogno proteico e lipidico più basso, ma per credenze legate alla società in cui viviamo costringiamo le donne a fare il contrario.

  74. Sofia
    30 marzo 2014

    Oddio non sapete quante donne avete reso felici con questa notizia!! E io che pensavo che il parto fosse per forza un patimento assurdo! Allora anche io che ho la soglia del dolore bassa posso avere figli con questa dieta! *__* :D

  75. monica
    4 aprile 2014

    Dove sono tutte queste donne senza mestruazioni? Al mare??
    Visto che ne conosci parecchie vorremmo avere delle referenze e avere le loro testimonianze. Grazie

    • contiandrea
      4 aprile 2014

      Se frequentassi l’ambiente vegan-fruttariano potresti parlare con cognizione di causa.
      Cerca Arianna Piva o altre donne nei gruppi di FB… partecipa a qualche raduno e ascolta le loro testimonianze.
      La diminuzione dell’emorragia mestruale è presente in TUTTE le donne che si avvicinano alla dieta vegan.
      La quasi totale scomparsa dell’emorragia mestruale, con esami del sangue perfetti e salute ottimale annessa, è presente in TUTTE le donne che si avvicinano al FRUTTARISMO SOSTENIBILE.
      Se leggessi le testimonianze al termine dell’articolo (di scienziati di un secolo fa circa) sarebbe anche meglio.

      Mi pare che lo spirito di ricerca sia poco presente nel mondo accademico e nei corridoi dei bar.
      Per fortuna molti medici iniziano ad approfondire la questione e ricredersi.

      Molti di loro stanno iniziando a collaborare col mio gruppo di ricerca e ne vado fiero!
      La conoscenza non è mai completa in medicina… non si finisce mai di imparare.
      O sbaglio?

      Un abbraccio monica :)

      • monica
        4 aprile 2014

        il mio era solo sarcasmo.. se riesci a darmi dei link mi faresti un piacere enorme.. grazie ancora

      • contiandrea
        4 aprile 2014

        La mia era una risposta precisa nelle indicazioni.
        Poi se vuoi puoi fare un bello studio sull’ANATOMIA COMPARATA, FISIOLOGIA COMPARATA, MORFOLOGIA FUNZIONALE COMPARATA, FRUTTARISMO SOSTENIBILE, GLICOLISI DEL FRUTTOSIO tanto per iniziare.
        Nel mio blog trovi molti dati.
        Un abbraccio cara. :)

  76. Ogni essere vivente si è evoluto per garantire la sopravvivenza della sua specie in milioni di anni. Alcuni organismi (per esempio pesci, rettili, roditori, lagomorfi, felini, canidi) producono quantità enormi di figli perché tra malattie, predazione dei cuccioli ed anche cannibalismo, pochissimi di questi sopravvivono. La specie uomo, come tutti i primati, i rinoceronti, gli elefanti, etc., invece ha tipicamente un figlio unico per ogni ciclo riproduttivo e protegge la prole per anni allo scopo di garantirne la sopravvivenza. Le madri, finché allattano, tipicamente non sono fertili per potersi dedicare completamente all’unico figlio. Perciò la condizione fisiologica di una donna sarebbe di avere un figlio e allattarlo per tre o sei anni, quindi concepire il successivo e così via fino alla menopausa. In questo modo non avrebbe mai le mestruazioni ma, dato che abbiamo quasi estinto i nostri predatori e sconfitto dissenteria, polmonite, encefalite e le altre malattie che facevano strage dei bambini fino a cinque anni, le donne fanno meno figli. Questo modo di vivere, lontano da quello selezionato dalla nostra biologia è però oggi indispensabile per permettere alle ragazze di studiare e lavorare e non rimanere gravide continuamente dai 16 ai 50 anni ed inoltre a non distruggere completamente le risorse del nostro piccolo pianeta.
    Concludo ricordando che per non sperimentare avitaminosi (in particolare della vitamina B12), i gorilla e gli scimpanzè si cibano regolarmente delle proprie feci, dato che la vitamina B12 si forma solo nell’ultimo tratto dell’intestino. Inoltre integrano la loro dieta fruttariana mangiando insetti (da cui traggono vitamine e proteine nobili) anche quando si spulciano vicendevolmente, infatti i parassiti rimossi vengono mangiati. Inoltre i primati mangiano anche le uova di uccelli e rettili, quando riescono a procurarsele.
    Credo che le donne non sarebbero contente di vivere secondo natura, procreando continuamente, vedendo la metà dei propri figli morire di malattia e mangiando cavallette, formiche, pulci o le proprie feci.
    Per cui è opportuno adottare una dieta vegetariana integrandola con vitamina B12 oppure piccole quantità di uova e formaggi.

    • contiandrea
      16 aprile 2014

      troviamo la b12 sulla buccia della frutta e della verdura.
      inoltre la B12 è autoprodotta all’interno della bile e nelle successive parti dell’intestino c’è capacità di riassorbimento di B12.
      http://www.ivu.org/italian/trans/vrg-b12.html :)
      La B12 la troviamo nella polvere che si deposita sulla frutta e sulla verdura… lì proliferano funghi e batteri in grado di produrla.
      Tutti gli animali in natura la prendono da lì… :)
      I serpenti in natura mangiano le uova.
      I formaggi in natura non esistono… i mammiferi neonati bevono latte materno della propria specie.
      Osserviamo la natura.
      Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivio mensile

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti agli altri 1.827 follower

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Unisciti agli altri 1.827 follower

Statistiche del Blog

  • 558,811 visualizzazioni
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.827 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: